Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:04 - Lettori online 1568
VITTORIA - 15/02/2013
Cronache - La presenza del proprietario fa scappare i ladri

Ladri di fertilizzanti messi in fuga nelle campagne

Gli agenti sono arrivati dopo che i due malviventi avevano da poco danneggiato la saracinesca del deposito e caricato dentro un furgone la refurtiva Foto Corrierediragusa.it

La presenza del proprietario mette in fuga i ladri, arrestati subito dopo dalla Polizia. E’ successo nelle campagne di contrada Pozzo Bollente, nei pressi di un’azienda agricola presa di mira dai soliti ladri che non danno un attimo di tregua alle aziende già in difficoltà per la crisi economica in atto. Per sfortuna dei due presunti ladri, il vittoriese Carmelo Rimmaudo (foto), 46 anni con precedenti penali, e il romeno Stefan Victor Daraban, 23 anni, bracciante agricolo, incensurato, la volante era vicino la zona di furto quando è arrivata la segnalazione al «113».

Gli agenti, infatti, sono arrivati dopo che i due malviventi avevano da poco danneggiato la saracinesca del deposito e caricato dentro un furgone una decina di sacchi di fertilizzanti di 25 chili ciascuno. Dalle indicazioni ricevute dal proprietario, il cui arrivo aveva messo in fuga i due soggetti, uno a piedi e l’altro a bordo di un furgone, i poliziotti hanno intercettato il mezzo segnalato in contra Pozzo Ribaudo, nei pressi di un caseggiato rurale. Man mano che la volante si avvicinava, uno dei due ha tentato di fuggire a piedi, ma dopo un breve inseguimento è stato bloccato e ammanettato. L’altro soggetto si nascondeva dentro il caseggiato. Entrambi sono stati riconosciuti dalla vittima e tratti in arresto per tentato furto di fertilizzanti e danneggiamento della saracinesca del deposito. In nottata sono andati a dormire in una cella di contrada Pendente, mentre la refurtiva caricata nel furgone è stata restituita al legittimo proprietario.