Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 806
VITTORIA - 09/02/2013
Cronache - Dolore a Vittoria per la tragica morte di un bambino di 5 anni, figlio di Laura Iemolo

Vittoria: dolore per la morte di un bimbo

L’incidente si era verificato mercoledì all’uscita di scuola, quando il bambino è stato investito in via dei Filosofi. Andrea era il terzo figlio di Laura Iemolo. L’investitore indagato per omicidio colposo
Foto CorrierediRagusa.it

Ha suscitato grande commozione anche a Vittoria la notizia della tragica morte del piccolo Andrea Marcinnò, 5 anni, figlio di Massimo Marcinnò, un avvocato umbro, e della moglie vittoriese Laura Iemolo, sorella dell’informatore scientifico vittoriese Salvatore Iemolo. La tragedia si è verificata a Perugia mercoledì scorso. I funerali sono stati celebrati oggi.

Il picco Andrea è stato travolto all’uscita di scuola da un’auto condotta da un giovane di 28 anni, attualmente indagato per omicidio colposo, il quale ha dichiarato di non aver potuto evitare l’impatto per non avere visto in tempo il piccolo che transitava nei pressi di piazzale Europa, proprio vicino alla sua abitazione in via dei Filosofi (nella foto). Il conducente dell’auto è stato sottoposto ad alcoltest ed è risultato negativo.

Il sindaco di Perugia, il giorno dopo la tragedia si è recato a casa della sfortunata famiglia affranta dal dolore. Il primo cittadino ha disposto personalmente un’indagine per verificare le condizioni della strada, nel caso ci fossero delle responsabilità ad attribuire a qualcuno.

La famiglia Marcinnò Iemolo è molto conosciuta a Vittoria. Tutte le estati ritorna in Sicilia dove si ricongiunge con i familiari e con la comitiva di amici per trascorrere le ferie a Scoglitti. Un appuntamento fisso anche per il piccolo Andrea e le due sorelline più grandi, felici di potere abbracciare i nonni e gli zii. «Siamo rimasti sgomenti- afferma un medico vittoriese e amico di comitiva della famiglia Marcinnò Iemolo- Andrea era la gioia della comitiva, un bambino bello e vivace che con i nostri figli si divertiva tantissimo durante le vacanze estive. A nome degli altri amici vittoriesi, colgo l’occasione per esternare sentimenti di grande solidarietà a Laura e Massimo in questo momento di grande dolore per l’immane tragedia che ha colpito anche Vittoria».