Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 932
VITTORIA - 07/02/2013
Cronache - Operazione dei Carabinieri di Vittoria e Scoglitti, in sinergia con quelli di Gela

Arrestati 2 minorenni terribili per rapina in gioielleria

Si tratta di due ragazzini gelesi che la notte tra il 21 e 22 dicembre avrebbero infranto la vetrina blindata di una gioielleria di Vittoria, sita in via Roma

Minorenni terribili. Sono stati arrestati dai Carabinieri di Vittoria e Scoglitti, in sinergia con quelli di Gela. Si tratta di due ragazzini gelesi che la notte tra il 21 e 22 dicembre avrebbero infranto la vetrina blindata di una gioielleria di Vittoria, sita in via Roma, per asportare dalla stessa preziosi per un valore di circa 21 mila euro. Il più piccolo dei due, con meno pregiudizi penali, sarà affidato a una comunità per il recupero dalle devianze giovanili, il secondo, di 2 mesi più grande, sarà trasferito nel carcere minorile di Bicocca a Catania.

Alla loro individuazione, i militari dell’Arma hanno dovuto osservare molte immagini delle videosorveglianze installate nei locali commerciali. Inoltre, i carabinieri hanno notato spesse volte i due gelesi in territorio ibleo nonostante fosse stato vietata loro la facoltà di mettere piede in territorio ragusano.

I militari hanno constatato che gli arrestati sono gli stessi che il 15 gennaio scorso avrebbero scippato una collana ad una giovane romena e avrebbero compiuto un tentativo di furto in abitazione. In quella occasione i gelesi vennero denunciati a piede libero.

Ma l’episodio criminoso che ha consentito di arrestare i giovinastri è stato il clamoroso furto alla gioielleria di via Roma in pieno periodo natalizio. Attraverso il lancio di un oggetto contundente, i due hanno rotto la vetrina blindata ed hanno razziato anelli, bracciali, collane e orecchini di diversa specie. La ricostruzione dell’accaduto è avvenuta tramite le telecamere interne. I due ladri dopo avere fatto il colpo alla gioielleria sono ritornati a Gela per andare a giocare al bingo, dove sono stati ripresi dalle telecamere interne.

Le indagini ora proseguiranno per verificare se i due si siano resi responsabili di altri reati della stessa specie e natura nella giurisdizione della Compagnia di Vittoria, così come accaduto nel comune pedemontano alla vigilia dell’Epifania nonché per risalire la catena della ricettazione del materiale rubato. Nel corso delle perquisizioni conseguenti all’arresto sono stati rinvenuti e sequestrati i due giubbotti utilizzati dagli stessi nel corso dell’azione criminosa.