Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 765
VITTORIA - 05/02/2013
Cronache - L’episodio si è verificato in piena notte in contrada Case Serre in territorio di Acate

Immobilizzano marito e violentano la moglie

Responsabili due fratelli, Ion Daniel Vasiliu ed il fratello Marian, rispettivamente di 34 e 26 anni. Ricercato un terzo uomo, sfuggito agli agenti del Commissariato di Vittoria Foto Corrierediragusa.it

E’ stata una notte da incubo per una donna romena e il marito. La donna, al secondo mese di gravidanza, è stata prima sequestrata e poi violentata; suo marito è stato invece immobilizzato e reso innocuo utilizzando uno spray urticante. Responsabili del grave atto di violenza due fratelli Ion Daniel Vasiliu ed il fratello Marian, rispettivamente di 34 e 26 anni, entrambi incensurati che sono stati arrestati dagli uomini del commissariato di Vittoria e dovranno rispondere di lesioni personali, violenza sessuale e sequestro di persona. Il terzo responsabile dell’atto criminoso è invece fuggito ed è attualmente ricercato.

I fatti sono accaduti nel cuore della notte in un casolare di contrada Case Serre in territorio di Acate (nella foto), dove la coppia vive. Tra i due coniugi era scoppiata una lite, che è stata percepita dai fratelli Vasiliu e da un altro connazionale che vive con loro in un casolare attiguo. I due si sono sentiti in dovere di intervenire e per sedare la discussione tra moglie e marito hanno invitato la donna a seguirla presso la loro abitazione. La donna non se l’è sentita ed ha opposto un rifiuto al quale i due braccianti hanno risposto con la forza trascinandola con loro. Il marito non ha avuto il coraggio di opporsi anche perché in evidente condizione di inferiorità ma ha seguito i tre vicini. Questi hanno impedito all’uomo di avvicinarsi sbarrando la porta con una spranga di ferro.

Qui è cominciata la tragedia per la giovane donna perché è stata denudata e buttata su un letto dove i due fratelli hanno cominciato a palpeggiarla. Il marito ha cercato di reagire e di entrare nell’abitazione ma per tutta risposta i tre sono usciti, lo hanno inseguito brandendo un coltello fino alla sua abitazione e qui lo hanno immobilizzato utilizzando uno spray urticante che gli hanno spruzzato negli occhi. Poi i tre sono ritornati dalla donna. E’ stata la prontezza di spirito del marito a salvare la moglie perché l’uomo ha telefonato al 113. La Volante è arrivata subito dopo in zona ed ha trovato i due fratelli Vasiliu seminudi davanti alla donna che era sul letto in preda al panico. I due sono stati prontamente bloccati mentre i due coniugi sono stati trasportati al Pronto soccorso per le cure del caso.

Nella foto il reggiseno della vittima e il coltello usato per le minacce. Nei riquadri a lato, da sx, Ion Daniel e Marian Vasiliu