Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 813
VITTORIA - 15/01/2013
Cronache - Rubati computer e attrezzi di lavoro. La forte denuncia della categoria

Vittoria: furto nei nuovi uffici Confcommercio

Il presidente provinciale Sergio Magro e il presidente dell’Ascom Antonio Prelati chiedono maggiore attenzione alle forze dell’ordine Foto Corrierediragusa.it

Non ci hanno messo molto vandali e ladri a «visitare» la nuova attività commerciale avviata a Vittoria da Salvatore Guastella, dirigente provinciale di spicco della Confcommercio. Nel cuore pulsante della città, a circa cento metri dalla piazza del Popolo, la notte scorsa i ladri sono entrati nel locale provocando parecchi danni alla nuova struttura prima di razziare computer e altri oggetti da ufficio.

Azioni che fiaccano morale e speranza di rinascita proprio nel momento in cui la crisi economica ha fatto i suoi guai mettendo sul lastrico molte famiglie. Spezzare le gambe a chi ha il coraggio di creare strutture commerciali e quindi qualche posto di lavoro, è azione da miserabili.

«Ancora una volta – afferma Sergio Magro (foto), presidente provinciale di Confcommercio- rimaniamo profondamente costernati per quanto sta accadendo nelle nostre città. Episodi che si reiterano e che minano alla base ogni tentativo di risollevarsi che imprenditori coraggiosi intendono portare avanti pur a fronte di una situazione economica complessa e molto precaria con cui tutti siamo chiamati a confrontarci».

Vittoria è in questo momento vittima della recrudescenza di una microcriminalità che fa paura e che mette ansia. Non passa giorno che non si registrino furti negli appartamenti e nei centri commerciali, nonostante i numerosi arresti operati da Polizia e Carabinieri. Le difficoltà di trovare lavoro, evidentemente spingono anche soggetti incensurati a tentare la fortuna con attività criminali.

«Non possiamo non rimanere colpiti da questo evento – afferma il presidente della sezione Ascom di Vittoria, Antonio Prelati – soprattutto per le modalità con cui lo stesso si è concretato. Il furto dei computer nuovi di zecca, oltre agli altri danni causati, costituisce un attacco al cuore stesso di questa nuova attività avviata a discapito di numerosi sacrifici. C’è una questione ordine pubblico, quindi, nella nostra città che torna ad essere presente in maniera preponderante, nonostante gli sforzi profusi dalle forze dell’ordine, e che merita di essere posta sul tavolo dell’attenzione per evitare che ci si debba confrontare con altre situazioni simili. E’ un momento difficile quello che le piccole e medie imprese del settore commercio stanno attraversando. Se poi ci misuriamo anche con questi grossi problemi, allora il quadro diventa davvero penoso. Noi siamo disponibili, sin da ora, a fornire suggerimenti, alle autorità preposte, nel tentativo di scongiurare, una volta per tutte, queste pesanti situazioni».