Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 889
VITTORIA - 11/10/2012
Cronache - Manette per il vittoriese Davide Barravecchia

Spacciatore preso con 150 grammi di hashish

La madre dello spacciatore ha accusato un malore, ed è stata soccorsa dagli stessi agenti Foto Corrierediragusa.it

Controlli antidroga della polizia su tutto il territorio sono stati svolti in questi giorni con il precipuo intento di stroncare le basi dello spaccio. Nella tarda serata di mercoledì è stato arrestato Davide Barravecchia (foto), vittoriese, 27 anni.

Stando alle indagini, il giovane Spacciava dalla porta di casa, in una delle vie più transitate della città. Contattava i consumatori all’angolo di casa, poi cedeva lo stupefacente. E’ stato sorpreso dagli agenti delle volanti del commissariato di Vittoria. Quando si è accorto della presenza della polizia, Barravecchia ha cercato di rifugiarsi in casa, è stato bloccato, subito perquisito.

Nelle tasche dei pantaloni c´era hashish, 3 pezzi, le classiche «stecchette». Poi la perquisizione all’interno dell’abitazione. E così, all’interno dell’armadio della sua camera, tra i panni stirati dalla madre è stato trovato dagli agenti un «panetto» del peso di 100 grammi di hashish, poi un contenitore di latta con 13 «stecchette» da un grammo l’una, un altro con 6 «stecchette», ma confezionato in modo diverso, ognuna da 2 grammi, evidentemente per soddisfare tutte le esigenze dei consumatori, ed ancora bilancino, coltelli intrisi di sostanza stupefacente

E poi ancora un «pizzino» con annotati nomi o tipo di autovettura, evidentemente di assuntori non conosciuti per nome ma per tipo di auto utilizzata ed i loro crediti, gente molto assidua a vedere l’elenco delle somme segnate e poi cassate, ed all’interno del comodino, in banconote da 50 euro, la somma di 2mila 150 euro, provento dell’attività illecita. La madre dello spacciatore ha accusato un malore, ed è stata soccorsa dagli stessi agenti.