Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 734
VITTORIA - 03/09/2012
Cronache - L’uomo protagonista di un insolito atto di violenza in via Cavour

Terrorizza una commessa, manette per un bolognese

La ragazza, che stava controllando la vetrina del negozio appena completata, si è vista strattonare da dietro dallo sconosciuto

Arrestato e condannato per violenza privata il bolognese Tito Brini, 41 anni, protagonista di un insolito atto di violenza in via Cavour a Vittoria. L’uomo, sicuramente sofferente di qualche problema psicologico, pregiudicato per vari reati in Emilia Romagna, sabato pomeriggio ha terrorizzato la commessa di un negozio di via Cavour, tratto via Fanti- La Marmora. La ragazza, che stava controllando la vetrina del negozio appena completata, si è vista strattonare da dietro da uno sconosciuto che le ha puntato alla schiena una scheggia appuntita di legno minacciandola di seguirlo. La ragazza, ripresasi dallo choc iniziale, con uno scatto repentino si è divincolata dalla morsa per andare rifugiarsi dentro un negozio vicino.

Il tempo di una telefonata al «113» e la volante è giunta in via Cavour alla ricerca del balordo, rintracciato all’interno di un bar. Alla richiesta dei documenti per essere identificato, Tito Brini ha reagito con violenza colpendo un agente alla mano (la contusione è stata giudicata guaribile in 5 giorni). Scattate le manette, l’uomo è stato condotto in commissariato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e violenza privata. Dagli accertamenti, è risultato che il bolognese era sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata presso una struttura d’accoglienza sita a Piacenza dalla quale si è allontanato arbitrariamente il 19 agosto scorso.