Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 808
VITTORIA - 29/08/2012
Cronache - I controlli della Finanza

In auto con 50 chili di "botti" pericolosi, una denuncia

I fuochi sono stati in parte confezionati artigianalmente e sono tutti appartenenti, sulla base delle classificazioni del Ministero dell’Interno, alla IV categoria professionale Foto Corrierediragusa.it

La Guardia di finanza di Vittoria, nell´ambito dei controlli sull´illecita detenzione e commercializzazione di artifici pirotecnici, ha denunciato un 28enne catanese, S.E. le iniziali, che trasportava a bordo della propria autovettura 2 mortai e 88 manufatti esplodenti per un peso complessivo di oltre 50 chili.

Il denunciato è stato notato dai militari della Guardia di Finanza per i movimenti inusuali e per l’autovettura particolarmente carica. Durante la perquisizione del veicolo sono state trovate alcune «semplici» scatole di cartone dentro il cofano della macchina.

Esse in realtà contenevano diverse tipologie di fuochi d’artificio con una potenzialità dirompente. I fuochi sono stati in parte confezionati artigianalmente e sono tutti appartenenti, sulla base delle classificazioni del Ministero dell´Interno, alla IV categoria professionale, essendo di gran lunga più pericolose rispetto a quelle di "libera vendita".

L’impiego degli artifici pirotecnici, come prevede la legge, deve essere limitato a persone esperte e qualificate per evitare spiacevoli incidenti.Nella provincia, in questo periodo vengono effettuati spesso dei festeggiamenti che sono accompagnati dai fuochi d’artificio. E’ evidente che i soggetti devono essere autorizzati e che gli artifizi devono essere a norma.

Recentemente in un festeggiamento in Provincia ci sono stati dei feriti e ciò ha indotto i finanzieri ad un’ulteriore attenzione che ha consentito il conseguimento di questo ulteriore risultato.