Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 629
VITTORIA - 27/08/2012
Cronache - Fine settimana di intensi controlli

Arrestati dalla polizia 2 pregiudicati a Vittoria

Particolare attenzione è stata rivolta verso soggetti pregiudicati sottoposti a limitazioni della libertà personale

Fine settimana di intensi controlli messi in campo dalla polizia nelle città quasi deserte per questo scorcio di fine estate. Particolare attenzione è stata rivolta verso soggetti pregiudicati sottoposti a limitazioni della libertà personale presso le loro abitazioni, ovvero soggetti detenuti e sottoposti ai domiciliari, sorvegliati speciali di pubblica sicurezza, liberi vigilati ed affidati in prova ai servizi sociali. Persone con precedenti penali che beneficiano di trattamenti afflittivi più mitigati rispetto alla detenzione presso le carceri ma che devono osservare una serie di prescrizioni , ossia una serie di divieti rispetto alle persone «libere».

Così, due sorvegliati speciali di pubblica sicurezza di 32 anni e 26 anni, durante i controlli serali e notturni non sono stati trovati in casa e sono stati segnalati in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

Giovanni Caggia, vittoriese di 25 anni, pregiudicato per i reati di rissa, lesioni personali e furto, ammesso a fruire dei benefici derivanti dall’affidamento in prova ai servizi sociali, a causa delle ripetute violazioni della prescrizione di permanere in casa durante le ore notturne ed essendo stato già ammonito dal magistrato di sorveglianza per precedenti violazioni dello stesso tipo, si è visto revocare il beneficio e pertanto è stato arrestato dagli uomini del commissariato di Vittoria e trasportato presso la casa circondariale di Ragusa dove continuerà l’espiazione della pena.

Salvatore Delacroce, modicano di 35 anni, pregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per il reato di rapina, è stato arrestato per il reato di evasione dagli uomini delle «volanti» che lo hanno trovato a passeggiare nel centro cittadino dopo che si era allontanato arbitrariamente dal luogo ove deve scontare la misura.