Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 964
VITTORIA - 10/08/2012
Cronache - La nota del commissario Asp 7 Cirignotta sul blitz antiassenteismo con 7 denunce

Interruzione di pubblico servizio per i medici assenteisti

E’ l’ipotesi di reato prospettabile a carico dei tre medici primari e di quattro infermieri caposala dell’ospedale di Vittoria
Foto CorrierediRagusa.it

E’ prospettabile anche l’ipotesi di reato d’interruzione di pubblico servizio a carico dei tre medici primari e di quattro infermieri caposala dell’ospedale «Guzzardi» di Vittoria (foto), accusati d’essersi assentati dal nosocomio durante l’orario di servizio per partecipare ad un’assemblea medica, senza averne prima dato comunicazione agli uffici competenti.

Stando all’accusa, quindi, medici primari e infermieri caposala avrebbero anche potuto causare disagi ai degenti del nosocomio vittoriese con il loro comportamento, al momento al vaglio del procuratore di Ragusa Carmelo Petralia, che potrebbe estendere le indagini ad altri soggetti. I tre medici primari e i quattro infermieri caposala sono stati denunciati per truffa ai danni del sistema sanitario nazionale, dopo le indagini effettuate dai Carabinieri del nucleo antisofisticazioni di Ragusa tramite videocamere nascoste e intercettazioni ambientali.

I primari e i caposala avrebbero timbrato il badge per poi uscire dal nosocomio in orario di lavoro. Come accennato, stando alla tesi difensiva, pare che i sette denunciati si fossero assentati per partecipare ad un’assemblea medica, ma senza fornirne opportuna comunicazione. Pare che al vaglio degli inquirenti vi siano le posizioni anche di altri medici ed infermieri, oltre ai sette denunciati.

Intanto, sul blitz antiassenteismo, dal quale sono scaturite le sette denunce, interviene con una nota il commissario straordinario dell’Asp 7 di Ragusa Salvatore Cirignotta: «Il presunto assenteismo da parte di sette operatori dell’ospedale di Vittoria, oggetto di denuncia all’autorità giudiziaria dei Carabinieri del Nas di Ragusa, a seguito di scrupolose indagini – scrive Cirignotta – mi riempie di amarezza anche per l’effetto negativo che tali fatti gettano sulla qualità del servizio e sulla fiducia degli utenti nella struttura.

Spero almeno – prosegue Cirignotta – che in un periodo di grave crisi economica quale quella che sta attraversando il Paese e in cui chi ha un posto di lavoro può dichiararsi fortunato, questi fatti inducano ad un maggiore senso di responsabilità. Da parte dell’Asp 7, comunque, quando l’autorità giudiziaria metterà a disposizione i risultati dell’indagine, sarà usata la dovuta severità nell’adozione dei provvedimenti di competenza, compresi quelli finalizzati – conclude Cirignotta – al risarcimento dei danni materiali e morali subiti dall’Azienda».


Per i primari farsi i fatti propri e´ normale
18/08/2012 | 8.50.36
giov

Quello che non va e´ che i primari non hanno un orario settimanale da rispettare, percio´ se vogliono andare in reparto vanno, altrimenti possono tranquillamente fare altro, tanto il lavoro lo svolgono gli altri medici.
Se questi primari sono andati ad un´ assemblea medica sono dei signori perche´ hanno utilizzato il loro tempo per aggiornarsi al posto di tanti altri primari che utilizzano il loro tempo per organizzare le proprie campagne elettorali o dei propri figli!


i primari timbrano??????
11/08/2012 | 11.02.44
maria

in realtà i primari non dovrebbero timbrare i badge perchè lavorano ad obbiettivo. se volessero e potessero, potrebbero, ad esempio, effettuare interventi notturni. come è anche vero che alcuni primari, vista la necessità, operano anche se ufficialmente sono in ferie. quindi mi sembra strana tutta questa indagine che si è aperta.


"S-ragionare"
11/08/2012 | 2.16.00
giovanni pancari

ciccio, e poi ci lamentiamo e ci meravigliamo che l´Italia l´hanno (?) ridotta all´elemosina!!!! I veri responsabili sono proprio quelli che *s"ragionano"* come te .... ognuno nel proprio ambito politico-affaristico.... fin su in alto, molto alto!!!!!
Mi sorge il dubbio che tu, Ciccio, conosca i nomi degli integerrimi operatori sanitari!!!!


Ma se hanno timbrato, non c´è reato !
10/08/2012 | 17.33.57
Ciccio

Scusate Tutti, se hanno timbrato significa che hanno comunicato che si sarebbero allontanati dal servizio : mica risultavano dentro ed invece erano fuori al Supermarket . Viceversa si che c´è reato . Qua proprio no . Tuttalpiù un rilievo disciplinare per non avere comunicato come dovuto il motivo dell´assenza anzitempo .
Così e se vi piace . E´ facile incriminare qualcuno . Piuttosto vediamo chi ha interesse ad infangare il nome di queste persone :A chi danno fastidio ? Se qualcuno sa qualcosa parli .


quando i nomi?
10/08/2012 | 10.01.07
giorgio

Quando si conosceranno i nomi dei "presunti" assenteisti?
Se un povero cristo ruba al supermercato si pubblicano nome cognome e foto. appena si toccano certi livelli sociali il silenzio, l´ermetismo diventano regola. Non pensate che la cosa sia un po fastidiosa?