Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 794
VITTORIA - 16/07/2012
Cronache - A un mese dal primo intervento dei carabinieri nei pressi del mercato ortofrutticolo

Arrestato un protettore se ne fa un altro, prostituta romena non si ferma

I militari hanno ripreso le scene della prostituzione e i comportamenti del secondo protettore vittoriese: durante le pause la riforniva di acqua, bevande e caffe
Foto CorrierediRagusa.it

Arrestato un protettore, se ne fa un altro. La meretrice che lavora nel piazzale antistante il mercato ortofrutticolo di contrada Fanello (nella foto il luogo presidiato dall´Arma) dopo aver «perso» il protettore romeno, arrestato dai Carabinieri qualche mese fa, non ci ha perso tempo e si è rivolto a un nuovo protettore, stavolta vittoriese. Ma i militari dell’Arma, a seguito di nuove indagini, appostamenti e pedinamenti, hanno arrestato per favoreggiamento della prostituzione anche quest’ultimo, N.G., un incensurato bracciante agricolo di 34 anni.

E’ stato questo a prendersi «cura» della donna romena, che i militari ritengono essere l’ultima meretrice rimasta a Vittoria a praticare il vecchio mestiere battendo il marciapiede. I carabinieri hanno accertato che l’uomo parcheggiava la Ford Ka in posizione da poter controllare i movimenti della protetta e che ogni tanto lampeggiava per rassicurarla della sua presenza. Durante la pausa di lavoro, tra un cliente e un altro, N.G. si preoccupava anche di rifornire la ragazza di acqua, bevande e caffè.

Rituali tipici da prostituzione che hanno dato fastidio anche agli abitanti della zona, le cui scene di compravendita di sesso non sono rimaste inosservate agli occhi dei passanti, tanto da fare intervenire di nuovo i carabinieri. E così a distanza di un mese anche il secondo protettore è stato arrestato. Purtroppo senza un intervento alla radice, si corre il rischio che, rimanendo la romena a esercitare sulla strada, ci possa essere anche il terzo e quarto arresto. Tutto dipende da chi è disposto ad assumere la protezione della donna la quale, a quanto pare, altro lavoro all’infuori della prostituzione non sa o non vuol fare.