Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 468
VITTORIA - 16/07/2012
Cronache - Sempre più frequenti le scoperte di coltivazioni droga nel vittoriese

In uliveto 45 piante di marijuana, manette al proprietario

L’uomo finito in manette è un niscemese incensurato, proprietario del podere di contrada Gaspanella
Foto CorrierediRagusa.it

Dal grano, al vino, ai primaticci, alla marijuana a coltivazione industriale, l’agricoltura vittoriese è in continua evoluzione. Siamo già in fase di nuova trasformazione della fascia costiera? Per ottenere nuovi guadagni, l’agricoltore s’ingegna! A giudicare dalla numerose scoperte che si susseguono parrebbe di sì.

Sarà l’effetto crisi, ma i ritrovamenti di piantagione di cannabis lungo la costa vittoriese sono sempre più frequenti. Stavolta sono stati i Carabinieri, dopo Finanza e Polizia, a mettere gli occhi su 45 piante di marijuana alte circa 2 metri, coltivate in mezzo alle piante di ulivo in contrada Gaspanella, agro di Vittoria.

Il proprietario del terreno e coltivatore delle piante, Vincenzo Pitrolo, un niscemese di 43 anni, incensurato e disoccupato, è stato tratto in arresto per coltivazione di sostanze pericolose. Le rigogliose piante di droga, che come si vede dalla foto sembrano piante ornamentali in grado di fare ombra e di superare l’altezza di una persona, dovevano fruttare «fumo» destinato al mercato locale.