Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1119
VITTORIA - 13/07/2012
Cronache - Lotta ai videogiochi illegali

Sequestrati 6 videopoker illegali, giocate per 3 milioni

L’operazione è stata condotta dalla Guardia di finanza
Foto CorrierediRagusa.it

Videogiochi, piaga sociale: lo Stato li fa installare nei locali pubblici e lo Stato li combatte quando il locale pubblico non rispetta le regole. Guardia e ladro nello stesso tempo. A Vittoria la Guardia di finanza ne ha scovati 6 completamente abusivi, collocati in una stanza attigua ai servizi igienici. E il titolare di un bar che esercita nei pressi dell’area del mercato ortofrutticolo di contrada Fanello è stato denunciato alla Procura della Repubblica.

I 6 videopoker si sono rivelati abusivi e in nero, in quanto in carico ad un altro gestore e soprattutto scollegati alla rete. I finanzieri hanno fatto anche un presunto calcolo del giro d’affari in nero. L’ammontare delle somme complessivamente giocate, a cui è stato possibile risalire, sui sei congegni sequestrati supera i 3 milioni di euro.

La lotta ai videopoker a Vittoria continua da tempo e non si fermerà neanche in futuro. Perché la piazza vittoriese a questo tipo di illegalità si offre con molto piacere. Secondo i calcoli e gli studi effettuati dal Sert, Vittoria è una delle città della provincia dove il gioco d’azzardo ha radici profonde. Sono migliaia le persone, senza distinzione di sesso e di età dai 18 anni in su, che vanno alla ricerca spasmodica di bar e tabaccherie per giocare e comprare gratta e vinci nella speranza di cambiare la vita, senza rendersi conto che la vita fa infilarsi in un tunnel senza ritorno. «Il gettito per lo Stato- dice il Comando provinciale della Guardia di finanza- proveniente dai giochi autorizzati è in continuo aumento.

Conseguentemente la nostra azione è sempre più orientata alla lotta dei fenomeni evasivi ed elusivi».
Un fenomeno che incontra la sensibilità della Prefettura, protagonista in questi ultimi mesi in un ruolo propulsivo e di coordinamento delle forze dell’ordine pubblico, Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza che sono i continua collaborazione con i Monopoli di Stato.

Le operazioni nello specifico settore continueranno soprattutto nei mesi estivi quando l’uso dei videopoker pare essere comunque in crescita per assicurare la piena legalità delle giocate e soprattutto per tutelare gli interessi finanziari dello Stato.