Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 953
VITTORIA - 08/07/2012
Cronache - Incidente autonomo nei pressi di contrada Sugherotorto

Muore Cristina Trapani, 21 anni. Ferito il ragazzo alla guida della Smart

E’ successo alle 5. La Smart è uscita fuori carreggiata capovolgendosi. La ragazza è morta sul colpo
Foto CorrierediRagusa.it

Lo schianto all’alba, esattamente alle 5, sulla Scoglitti-Resiné nei pressi di contrada Sugherotorto. E’ mortale. La vittima ha solo 21 anni, Cristina Trapani (foto), siede accanto al suo ragazzo nello stretto abitacolo di una Smart. Il conducente, G. B, ha riportato lievi ferite ed è stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale di Vittoria.

Per la sfortunata ragazza, invece, non c’è stato nulla da fare. Gli agenti della Polstrada di Vittoria riferiscono che Cristina sarebbe morta sul colpo. Secondo la prima ricostruzione della dinamica, la Smart era diretta verso Acate quando per cause ancora da accertare, nell´imboccare una curva è uscita dalla carreggiata, si è capovolta ed ha concluso la marcia fra gli alberi d´ulivo del terreno antistante.

Dopo l’allarme lanciato dai primi passanti, è giunta la Polizia stradale per i rilievi di legge. Il mezzo è stato sequestrato. Le ulteriori indagini ci diranno la causa di quest’altra tragedia d´asfalto della domenica mattina. Perché la Smart si è capovolta? Andatura troppo veloce, strada dissestata, colpo di sonno, guida stanca dopo una notte passata all’insegna dell’allegria e dell’euforia? Troppi interrogativi che attendono risposte. Il giovane conducente è stato sottoposto a tutti gli accertamenti clinici del caso. L´autorità giudiziaria deve verificare in quali condizioni psicofisiche il giovane era alla guida della Smart alle 5 del mattino. Risultati che possono arrivare solo dall´esito dell´esame del sangue e dell´urina.

L’unica drammatica certezza è che un’altra giovane vittima, quella di Cristina Trapani, solo 21 anni, è stata recisa tragicamente. Non è l’inizio di una bella estate, subito macchiata di sangue. C’è subito da riflettere, soprattutto i giovani, che spesso dimenticano il valore della vita e le ansie di chi attende a casa il loro rientro dopo notti insonni. Le notti di ogni fine settimana.