Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 868
VITTORIA - 08/06/2012
Cronache - Manette per Giuseppe Genovese ad opera della Polizia

Insospettabile sorpreso dalla polizia con la coca in auto e 4mila euro

Altri 2 arresti sono stati effettuati dai Carabinieri Foto Corrierediragusa.it

Un insospettabile, Giuseppe Genovese (foto), è stato fermato dalla Polizia di Vittoria per un normale controllo in via Garibaldi, all´uscita per Scoglitti. Quando hanno fermato la vettura, gli agenti hanno notato qualcosa di strano. L´uomo, con il braccio sinistro, cercava di nascondere qualcosa che si trovava nel vano portaoggetti dello sportello. I poliziotti hanno perquisito l´auto e hanno trovato tre involucri di cellophane, con 50 grammi di cocaina. All´interno della vettura, poco distante, c´era anche un pezzo di hashish di circa dieci grammi.

C´era anche del denaro, quasi 4mila euro e, secondo gli inquirenti, si tratta del provento dell´attività di spaccio. L´uomo è stato arrestato e condotto in carcere a Ragusa.

Sempre a Vittoria, i carabinieri hanno arrestato Gaetano D´Agosta, di 51 anni, pluripregiudicato. E´ uno degli appartenenti al clan mafioso Mammasantissima, che era stato creato dal padre, Ciccio D´Agosta, arrestato alla fine degli anni 90 e morto qualche anno fa, dopo una lunga malattia.

I carabinieri hanno arrestato D´Agosta perchè deve scontare una pena residua di un anno e sette mesi di reclusione e pagare mille 200 euro di multa. La condanna risale ad un episodio di quasi vent´anni fa, all´ottobre del 1992, per resistenza a pubblico ufficiale, ma anche al reato di estorsione aggravata continuata, che D´Agosta avrebbe messo in atto per lunghi anni, fino al maggio di tre anni fa.

I carabinieri di Vittoria hanno arrestato anche Giovanni Nigito, pregiudicato di 21 anni. Il giovane si trovava agli arresti domiciliari per un furto commesso quando era ancora minorenne. Nigito era stato però sorpreso in piazza Ricca e adesso, per lui, sono scattate le manette.