Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1312
VITTORIA - 09/05/2012
Cronache - La Polizia cerca altra droga, invece trova un’arma efficiente con matricola abrasa

Il padre con la marijuana, il figlio con il fucile: in carcere Andrea Guarnuccio

Il giovane trentenne è stato trovato in possesso di fucile da caccia e munizioni nell’azienda di contrada Cappellaris
Foto CorrierediRagusa.it

Arrestato dalla Polizia di Vittoria Andrea Guarnuccio (foto), 30 anni, incensurato, figlio di Gioacchino, finito in carcere ieri per la coltivazione di marijuana in contrada Torrevecchia, l’uomo che lavorava alle dipendenze di Orazio Impellizzeri. Nella sua campagna di contrada Cappellaris è stato trovato in possesso di un fucile da caccia semiautomatico calibro 12, con cartuccia incamerata ed altre tre nel serbatoio, perfettamente tenuto ed efficiente, ben lubrificato, pronto all’uso e con matricola abrasa.

Cercavano altra droga i poliziotti? Hanno setacciato il terreno palmo a palmo ma non hanno rilevato nulla. Invece hanno trovato solo il figlio in possesso di fucile e munizioni.

A seguito di controlli approfonditi, Andrea Guarnuccio è risultato essere il conduttore dell’azienda di contrada Cappellaris, anche se in un primo momento, egli riferiva agli inquirenti di non frequentare mai quel podere e di esservisi recato solamente per prendere un documento d’identità richiestogli dal padre e lì custodito.

Affermazione totalmente smentita dal sistema di videosorveglianza con registrazione delle immagini che gli stessi proprietari avevano installato nei pressi dell’abitazione e dalle quali si rileva la presenza giornaliera e quasi esclusiva dell’arrestato in quel luogo. Sono in corso ulteriori indagini volte ad accertare la provenienza ed eventuale uso del fucile oltre ai motivi della particolare predisposizione delle cosiddette difese passive nell’azienda agricola.