Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1203
VITTORIA - 20/04/2012
Cronache - Si ripetono i furti, danni per 50 mila euro

Ladri al porto, rubate le strumentazioni dei pescherecci

La denuncia del coordinatore Pdl Francesco Trama Foto Corrierediragusa.it

Oltre al danno la beffa. Dentro il porto di Scoglitti non c´è sicurezza. Mancavano solo i ladri e i furti sui pescherecci. La denuncia è di Francesco Trama, coordinatore del Pdl di Vittoria e Scoglitti.

La notte scorsa ignoti sono entrati nel bacino portuale facendo razzia delle apparecchiature elettroniche di cui sono dotate le barche. Il valore della refurtiva è di circa 50mila euro. È un altro colpo durissimo ai danni di un´impresa già provata, come le altre, della profonda crisi economica di cui il settore della pesca sta pagando un conto assai pesante. «A Scoglitti – dice Trama - riesplode il problema della sicurezza nello specchio interno del bacino portuale. Come molti problemi che non vengono risolti, né divengono oggetto di attenzioni in città eccoli riproporsi e provocare gli effetti del disinteresse cronico».

Non è la prima volta che nell´area portuale della frazione i pescherecci vengono presi di mira. «Negli anni – continua Trama - abbiamo assistito a pescherecci incendiati, furti ai motori fuoribordo delle barchette più piccole, e compiuti veri atti di vandalismo di diversa entità».
Ieri mattina la nuova brutta sorpresa. Alcuni pescatori, proprietari di più pescherecci, hanno subito il furto di tutta l´attrezzatura elettronica utile alla navigazione.

Anche Trama sottolinea le difficoltà del settore e chiama in causa l´amministrazione comunale: «Propongo all´amministrazione comunale – afferma il coordinatore del Popolo delle Libertà - di farsi carico per un servizio di video sorveglianza capace di monitorare ciò che avviene nei moli perimetrali del porto. La preoccupazione dei pescatori è quella che tale azioni, considerato la facilità con cui vengono realizzate a causa della desolazione dell area portuale, si ripetano anche a carico di altri pescherecci. Mi auguro che la sensibilità dei nostri amministratori sia tale da garantire risposte immediate ad un problema ormai e purtroppo recidivante».