Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 578
VITTORIA - 15/02/2012
Cronache - Un errore scoperto dopo 25 anni

Uno scambio di salma alla base del "Mistero dei resti"

Il cadavere di una donna si trovava nella bara in cui ci sarebbe dovuto essere il corpo di un uomo

Un banale scambio di salma. E’ stato risolto il mistero del cadavere di una donna che si trovava nella bara in cui ci sarebbe dovuto essere il corpo di un uomo. Il rebus era saltato fuori dopo 25 anni dalla morte di Carmelo Boccaccio, quando i parenti del defunto, che dovevano spostare la salma altrove, avevano scoperto che dentro la bara non c’erano i resti del congiunto, ma quelli della donna.

I resti appartengono quindi ad una donna che era stata sepolta per sbaglio dagli allora addetti del cimitero nella tomba destinata a Boccaccio. Le bare non erano identificate dalle targhette con i nomi dei cadaveri e per un banale errore qualcuno aveva calato nel colatoio sbagliato la bara del signor Boccaccio.

Dopo 25 anni, all’atto dello spostamento dei resti, la sorpresa della nipote era stata comprensibilmente forte. Tanto che avevano chiesto chiarimenti ai responsabili del cimitero. Adesso le spiegazioni sono arrivate assieme alle doverose scuse per lo scambio di salme, venuto alla luce a distanza di un quarto di secolo. Meglio tardi che mai.