Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1196
VITTORIA - 07/02/2012
Cronache - Nessun dubbio sulla matrice dolosa del rogo

Si indaga sull´incendio doloso alla discarica di Vittoria

Indagano Polizia municipale, Carabinieri e Polizia Foto Corrierediragusa.it

Fuoco nella discarica comunale di contrada Pozzo Bollente (foto). È inattiva da tempo, ma qualcuno ha pensato di eliminarla incendiandola. Alle 22.30 di lunedì sera le squadre operative dei Vigili del fuoco del distaccamento di Vittoria e del distaccamento volontario di Santa Croce Camerina si sono date da fare per circoscrivere l´incendio ed evitare che lo stesso si propagasse all´esterno ed alle vasche di raccolta dei rifiuti solidi urbani.

L´incendio è doloso. Indagano Polizia municipale, Carabinieri e Polizia. I pompieri hanno lavorato per tutta la notte e fino alla tarda mattinata per venire a capo di un rogo, alimentato da materiale legnoso e dai rifiuti differenziati che erano sistemati dove la mano incendiaria è andata a colpire. È stato grazie all´intervento dei pompieri che si è evitato un incendio che avrebbe potuto avere conseguenze ambientali devastanti.

In relazione all´incendio doloso che la scorsa notte ha interessato il Centro comunale di raccolta dei rifiuti di Pozzo Bollente, il sindaco, Giuseppe Nicosia, ha dichiarato: «Manifesto il mio incondizionato e assoluto appoggio all´Amiu e al suo consiglio di amministrazione. Chi consuma atti del genere, vili e inqualificabili, lo fa in danno della città, e sarà la città stessa ad esprimere la propria ferma condanna. Gente simile, che pensa di ottenere i propri scopi ricorrendo alla violenza e alla sopraffazione, non troverà mai ascolto né ingresso nell´azienda, nella quale si sta da tempo affermando un nuovo corso, improntato alla legalità e alla trasparenza, voluto e sostenuto in pieno dalla mia amministrazione».

L´Amiu è da un po´ di tempo nel mirino dell´intimidazione. Il presidente Giuseppe Spalla è stato oggetto di un attacco personale che si è concretizzato con lo sfondamento del vetro del suo studio privato. Accanto a questi comportamenti inqualificabili, c´è la crisi della raccolta dei rifiuti. La ditta «La Cognata» che andava a scaricare a Gela l´immondizia di Vittoria s´è bloccata perché rivendica pagamenti arretrati. Ma pare che la situazione si sia sbloccata perché d´ora in poi saranno gli stessi mezzi dell´Amiu a trasportare i rifiuti nella discarica di Gela. «Meno male, il Comune risparmierà parecchi soldi» – ha commentato soddisfatto il vice sindaco Enzo Cilia.