Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 419
VITTORIA - 06/02/2012
Cronache - Dopo la denuncia della ex amante, scattano le manette anche per la sorella e la moglie

Stalking e minacce di morte alla ex, arrestato Nigito

Da una liaison interrotta malamente è venuta fuori una triste storia che riporta l’uomo di nuovo alla ribalta delle cronache
Foto CorrierediRagusa.it

Gianluca Nigito (foto), 41 anni, dopo tanti anni di silenzio torna alla ribalta della cronaca. E’ stato arrestato, insieme alla moglie Laura Palacino, catanese di 34 anni, e alla sorella Cinzia, 38 anni, con l’accusa di stalking, furto, lesioni ed estorsioni.

E’ ritornato in auge per una storia, metà passionale e metà persecutoria venuta fuori perché l’ex amante di Gianluca Nigito, a conclusione della relazione sentimentale, sarebbe stata vittima di persecuzioni e minacce da parte dell’uomo e persino di un tentativo di estorsione. Minacce, furto e lesioni da parte della moglie e della sorella di Nigito, questi i capi d’imputazione.

La Polizia di Vittoria ha cominciato a indagare quando la vittima ha deciso di raccontare le angherie subite per circa un anno. Tutto sarebbe cominciato nel mese di aprile del 2011 per concludersi alla fine dell’anno scorso. Secondo quanto riferisce il Commissariato di Vittoria, Gianluca Nigito dopo aver intrattenuto una relazione sentimentale con la vittima, liaison interrotta lo scorso anno, aveva iniziato a perseguitare la stessa con continue minacce per una presunta gravidanza della ex, non voluta dall’uomo, a seguito del loro rapporto.

Alle minacce dell’uomo si erano aggiunte anche quelle della moglie Laura Palacino e della sorella Cinzia. La vittima più volte avrebbe subito inseguimenti con l’auto, percosse, lesioni e minacce di morte anche nei confronti del proprio figlio. In una circostanza, addirittura, sarebbe stata minacciata di morte se non avesse ritirato le denunce presentate contro l’ex amante (da qui la tentata estorsione); in un altro momento, invece, le era stata sottratta la macchina dalle due donne dopo che, inseguita per strada e bloccata da un’altra auto condotta da una di loro. La vittima sarebbe fuggita a piedi lasciando la vettura al possesso delle due donne.

Stanca di subire, la vittima si è rivolta al Commissariato denunciando quanto accaduto nel corso del 2011. Le indagini della Polizia hanno confermato la denuncia dalla donna tanto da indurre il sostituto procuratore della Repubblica a richiedere l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Nigito, della moglie e della sorella. Ordinanza di carcerazione che è stata firmata dal gip ed eseguita dagli agenti del Commissariato di Vittoria.


traduttori simultanei....gran cosa
07/02/2012 | 12.32.25
Dante

parlare " Taliano", grazie. (liaison..ahì)