Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 409
VITTORIA - 14/12/2011
Cronache - I militari dell’Arma costretti a intervenire per sedare lite fra donne

Brandisce coltello davanti ai carabinieri, arrestata

La donna stava inveendo contro un’altra donna in via Roma. Ha minacciato anche i carabinieri

Lite fra due donne in via Roma in piena notte. I carabinieri sono stati costretti ad arrestare Erika Campagnolo, 29 anni, di Acate, per resistenza a pubblico ufficiale e porto vietato di armi atti ad offendere. I militari dell’Arma sono intervenuti in due riprese su segnalazione di qualcuno del vicinato che era stato svegliato dalle urla delle donne all’1,30 di notte. Sebbene la presenza dei carabinieri e di un uomo amico dell’arrestata, che cercava di riportare la calma, la donna si è scagliata contro il portone d’alluminio (danneggiandolo) dell’altra donna che era affacciata al balcone.

Alle 3,10 la pattuglia doveva intervenire di nuovo perché la lite era ripresa ancora più violenta di prima. Stavolta la Campagnolo ha inveito anche contro l’uomo che la accompagnava e contro i carabinieri, sostenendo che anche se l’avessero portata via di forza sarebbe ritornata sul posto senza paura. Mentre profferiva queste parole brandiva minacciosa un coltello a scatto di genere vietato. A quel punto i militari l’hanno immobilizzata condotta in caserma, dove è stata dichiarata in arresto. E’ probabile che alla base della lite vi siano motivi passionali.