Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1021
VITTORIA - 02/02/2008
Cronache - Vittoria - In manette Roberto Nigito e Hedi Belgacem

La città si ribella al pizzo:
tre arresti in 48 ore

In manette era già finito Emanuele Cutrone. Tutti denunciati Foto Corrierediragusa.it

Tre estorsori in manette in meno di 48 ore a Vittoria. E tutti e tre gli arresti sono stati resi possibili grazie alla fattiva collaborazione delle vittime taglieggiate.

Il chiaro segnale di una città che alza la testa di fronte al pizzo, affidandosi alle forze dell’ordine che agiscono con immediatezza. Nella fattispecie, la Squadra Mobile di Ragusa diretta dal vice questore aggiunto Francesco Marino, in collaborazione con il commissariato di Vittoria coordinato da Alfonso Capraro, ha arrestato il vittoriese Roberto Nigito, 41 anni, e Hedi Belgacem, di 20, entrambi già noti per reati specifici. I due chiedevano il pizzo ad un commerciante, che li ha denunciati.

L’arresto è scattato in flagranza quando uno dei due si è presentato in negozio per riscuotere la prima tranche di 300 euro dei mille mensili richiesti alla vittima. Due giorni fa era invece finito in manette Emanuele Cutrone, 30 anni, di Vittoria. Il malvivente aveva chiesto il pizzo a due cittadini, dopo essersi inserito nell’affare di compravendita di una casa. Dopo aver versato i primi 6mila euro, le vittime avevano deciso di sporgere denuncia. Cutrone aveva telefonato per minacciare i due vittoriesi proprio mentre costoro si trovavano in commissariato, facendo ascoltare la telefonata ai poliziotti.

Roberto Nigito Hedi Belgacem Emanuele Cutrone