Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1324
VITTORIA - 21/10/2011
Cronache - Condannata ai domiciliari la romena che tentò estorsione

Tentò estorsione di 5mila euro per bloccare video hard

Cristina Sprintenu, in possesso di video compromettente, ricatto il commerciante, che dopo aver pagato 800 euro denunciò tutto alla Polizia
Foto CorrierediRagusa.it

Dovrà scontare un anno e un mese agli arresti domiciliari Cristina Sprintenu (foto), la rumena di 23 anni condannata per estorsione in concorso. I fatti risalgono al maggio 2010, quando la donna, insieme ad un suo connazionale, aveva estorto del denaro ad un commerciante vittoriese minacciandolo che, se non avesse consegnato 5000 euro, avrebbe reso pubblico un filmato in cui i due erano ripresi in atteggiamenti intimi.

La vittima pagò inizialmente 800 euro, ma, a seguito dell’insistenza della donna per arrivare alla cifra richiesta, ad un certo punto decideva di presentare denuncia. Nel giugno 2010 la cittadina rumena venne raggiunta da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dove rimase per oltre 4 mesi per poi essere posta in libertà in attesa di giudizio definitivo. La pena totale è di 2 anni e 4 mesi, ma detratto il periodo già scontato in carcere, restano da espiare un anno ed 11 mesi che la donna dovrà trascorrere all’interno della sua abitazione a Vittoria.