Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1398
VITTORIA - 21/10/2011
Cronache - E’ successo giovedì pomeriggio all’interno del giardino pubblico

Medico fa jogging, 2 balordi tentano di rapinarlo

Armati di pistola giocattolo gli hanno chiesto soldi al dott. Filippo Foresti, ex primario di Medicina al "Guzzardi". Quando il medico ha riferito che non aveva il portafogli, hanno preteso la fede nuziale. La resistenza dell’uomo li ha messi in fuga. Il potenzia il servizio di Polizia municipale
Foto CorrierediRagusa.it

Fa jogging alla villa comunale e rischia di essere rapinato. E’ la disavventura capitata a Filippo Foresti, medico di 60 anni, ex primario di Medicina al "Guzzardi", pensionato da qualche mese, amante del jogging alla villa lungo il percorso in mezzo al verde (foto), in pianura, in salita e in discesa, mentre s’ammira il panorama della valle dell’Ippari, come pochi ce ne sono.

Neanche la villa comunale è sicura. Ci vanno gli anziani, i giovani, le coppiette, quelli che amano guardare le coppiette e ora anche i delinquenti.

Nel pomeriggio di giovedì, la Polizia è intervenuta all’interno della villa comunale mentre il medico faceva jogging per indagare su una tentata rapina. Il medico ha riferito che gli si erano avvicinati due giovani con volto parzialmente travisato; uno dei due impugnava una pistola giocattolo con tappo rosso. I due chiedevano i soldi, ma il vittoriese riferiva di essere senza portafogli; a quel punto, i due chiedevano di consegnare la fede nuziale, ma l’uomo, accortosi che la pistola era finta, reagiva e metteva in fuga i rapinatori. Un fatto preoccupante, allarme sociale che l’amministrazione comunale ha subito messo in risalto.

«La situazione – dichiara Giuseppe Nicosia – sta superando il livello di guardia. Già nei giorni scorsi avevo ricevuto da parte di cittadini alcune segnalazioni relative ad atti di vandalismo ed avevo già provveduto a girarle alla Polizia municipale e al settore Manutenzioni. Ora, alla luce del grave ed intollerabile episodio che si è verificato ieri sera, torno a chiedere, come avevo già fatto la scorsa estate, che alla villa comunale vi sia in pianta stabile almeno una pattuglia della polizia municipale. E chiedo altresì ai custodi di attivarsi per verificare e segnalare alle forze dell’ordine qualunque presenza e qualunque episodio che metta a repentaglio la sicurezza dei cittadini che si recano nei giardini pubblici. La villa deve tornare ad essere il luogo in cui famiglie con bambini e persone anziane possono trascorrere qualche ora in assoluta serenità, passeggiando, giocando e rilassandosi. Non sono tollerabili gli atti di vandalismo e di violenza che si stanno registrando, con una preoccupante recrudescenza, negli ultimi giorni».