Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 819
VITTORIA - 21/09/2011
Cronache - Si tratta di Andrea Arcerito, Davide Avola e Gianluca Pardo, tutti vittoriesi

"Invidia": 3 arresti per il tentato omicidio Antonuccio

L’operazione di Polizia e Carabinieri fa luce sull’episodio verificatosi nel maggio del 2008
Foto CorrierediRagusa.it

In carcere tre pregiudicati ritenuti responsabili del tentato omicidio di Giovanni Antonuccio. Polizia e Carabinieri hanno chiuso l’operazione «Invidia» con l’arresto di tre vittoriesi.

Si tratta di Andrea Arcerito, 30 anni, Davide Avola, 35 anni, e Gianluca Pardo, 31 anni (nella foto). Nei loro confronti l’accusa è di tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco, aggravato dall’aver commesso il fatto per favorire l’associazione mafiosa di cui hanno fatto parte, la «stidda».

L’episodio cui fa riferimento l’operazione «Invidia» si verificò il 12 maggio del 2008 quando Giovanni Antonuccio ricevette le «attenzioni» dei tre pregiudicati perché leader del gruppo di Cosa nostra, al tempo operante nel vittoriese. Per lo stesso reato sono a suo tempo scattati gli arresti di Vincenzo Latino e Giuseppe Doilo nell’ambito dell’operazione «Final game» per cui l’operazione portata a termine oggi da polizia e Carabinieri chiude il cerchio sull’inquietante episodio del tentato omicidio di Giovanni Antonuccio.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal Gip presso il tribunale di Catania Sandra Benanti su richiesta del sostituto procuratore distrettuale della Dda di Catania, Lucio Setola con il coordinamento del Procuratore aggiunto del Dda Maria Scavo.