Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1043
VITTORIA - 17/08/2011
Cronache - La Polizia sventa un’azione malavitosa in via La Marmora

Clan di catanesi bloccato prima del colpo a Vittoria

I quattro etnei, denunciati a piede libero, stavano progettando una rapina presso una sala giochi ancora aperta. Sequestrati oggetti atti a delinquere e una pistola giocattolo
Foto CorrierediRagusa.it

Rapina sventata la notte scorsa dalla Polizia di Vittoria. Gli agenti di una volante hanno intercettato in tempo un autocarro con 4 persone a bordo. Queste, alla vista dei poliziotti hanno tentato la fuga. Due di loro venivano bloccati mentre il terzo riusciva, sul momento, a scappare. Nel frattempo, l’autocarro, guidato da un quarto soggetto, si allontanava. I due fermati venivano identificati per A.P., catanesi di anni 28 e C.F., catanesi di anni 39, entrambi pluripregiudicati; i due indossavano dei passamontagna (foto) raccolti sul capo a mo’ di berretto e quindi pronti per essere calati sul volto. I poliziotti procedevano a perquisizione personale e addosso a A.P. rinvenivano un sacco di stoffa da utilizzare, evidentemente, per inserirci l’eventuale bottino, mentre addosso a C.F. veniva rinvenuta una pistola giocattolo priva del tappo rosso, ma del tutto simile ad un’arma vera.

Pochi minuti dopo, un’altra pattuglia incrociava, nei pressi della Fontana della Pace, il furgone sospetto che, dopo un breve inseguimento, veniva bloccato. A bordo venivano identificati due soggetti, C.G., catanese di anni 46, incensurato, venditore ambulante che opera anche in territorio di Vittoria, e R.G., catanese di anni 49, pregiudicato. All’atto del controllo, C.G. appariva visibilmente sudato e trafelato come fosse reduce da una corsa prolungata. Successivi accertamenti hanno permesso di appurare che si trattava del soggetto che era riuscito a far perdere le proprie tracce in precedenza. Dopo la compiuta identificazione ed il trattenimento in Commissariato per il tempo necessario per gli adempimenti di rito, i 4 soggetti venivano rilasciati.

E’ da ritenersi molto probabile che i 4 fossero pronti a perpetrare una rapina ad una sala giochi di Vittoria, sita in quella zona e che, a quell’ora, risultava ancora aperta. I catanesi sono stati segnalati in stato di libertà all’autorità giudiziaria per tentata rapina in concorso poiché, per quanto, di fatto, siano stati bloccati prima di portare a termine il loro piano, avevano posto in essere atti diretti in modo non equivoco a commettere tale delitto.

L’efficace servizio di prevenzione posto in essere dal Commissariato di Vittoria e la tempestività degli operatori unita ad una notevole capacità professionale ha permesso di evitare la commissione di un reato particolarmente odioso e di chiudere il cerchio attorno ad un gruppo composto da soggetti di elevato spessore criminale con precedenti penali anche per reati contro il patrimonio.