Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 996
VITTORIA - 02/08/2011
Cronache - L’uomo aveva lasciato appena il necessario per coprire le spese bancarie

Quel "caro" nipote che aveva prosciugato il conto delle zie

Il vittoriese era stato delegato da due sue zie, entrambe ultrasettantenni, a conservare su un conto cointestato alle 3 persone le pensioni delle donne

Aveva prosciugato senza ritegno il conto in banca delle anziane zie. Per questo motivo un vittoriese di 58 anni è stato segnalato all’autorità giudiziaria perché ritenuto responsabile del reato di appropriazione indebita. L’uomo era stato delegato da due sue zie, entrambe ultrasettantenni, a conservare su un conto cointestato alle 3 persone le pensioni delle donne.

Le due anziane, nel frattempo, avevano deciso di trascorrere la vecchiaia in una casa di riposo. Alcuni giorni addietro le signore avevano ricevuto una richiesta di pagamento di arretrati per alcune centinaia di euro da parte di un istituto di previdenza. Queste rispondevano che l’istituto poteva prelevare quanto richiesto direttamente dal conto, del quale fornivano le coordinate, nel quale avrebbero dovuto esserci circa 70 mila euro. I responsabili dell’istituto si rivolgevano alla banca, ma constatavano che sul conto vi erano solo 8,75 euro e ne informavano le anziane.

Queste incaricavano alcuni parenti di verificare cosa fosse accaduto e l’approfondimento permetteva di appurare che il nipote cointestatario aveva prosciugato il conto corrente. Appreso ciò, le due sorelle si recavano al Commissariato per sporgere formale querela nei confronti del nipote.