Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 826
VITTORIA - 08/07/2011
Cronache - Oggi nella chiesa di San Giovanni Bosco i funerali della pensionata assassinata

Funerali pensionata. Su scena del crimine il Ris di Messina

Il Reparto investigativo scientifico alla ricerca di tracce di sangue. E’ quello della donna o dell’autore del delitto? Indagini estese anche nel vicinato. L’avvocato della tutrice della vittima, Italo Alia: «Non c’è nessun indagato, si procede contro ignoti»
Foto CorrierediRagusa.it

Poche persone ai funerali, nella parrocchia di San Giovanni Bosco, di Salvatrice Guastella, la pensionata assassinata sabato scorso dentro la sua abitazione a colpi di arma da taglio, prima che le venisse appiccato il fuoco.

La fine atroce è ancora al vaglio di delicate indagini da parte di Procura, Squadra mobile e Commissariato. In ultimo, sono entrati in scena anche i carabinieri del Ris (Reparti investigazioni scientifiche) di Messina, coordinati dal capitano Carlo Romano, che per quasi l’intera giornata hanno spulciato palmo a palmo l’angusta abitazione di via IV Novembre, 45 dove la donna è stata ammazzata. «Un lavoro duro e difficile- si limita a dire il capitano Romano mentre ancora in tuta bianca si sfila guanti e raccoglie gli attrezzi di lavoro- perché abbiamo trovato troppo disordine e molta polvere per tutto il lavoro svolto dai vigili del fuoco e di chi ci ha preceduto per i soccorsi. Tuttavia, speriamo di poter dare un contributo alle indagini».

Indagini che dovrebbero essere ormai in dirittura d’arrivo. Procura e Polizia mantengono il massimo riserbo, ma si ha la sensazione che nei primi giorni della prossima settimana qualcosa accadrà. I riflettori degli inquirenti ormai restringono lo zoom verso una specifica direzione. Anche i sospetti sul parentado reggono poco e si spostano verso il vicinato di via IV Novembre. «Al momento non c’è nessun indagato- afferma l’avvocato Italo Alia, che assiste la tutrice della pensionata deceduta- il fascicolo giudiziario è contro ignoti. Gli ulteriori controlli del Ris mirano ad analizzare le tracce di sangue sparse per la casa, se sono solo quelle della signora deceduta oppure di qualcuno che s’è ferito commettendo il reato».