Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 839
VITTORIA - 28/06/2011
Cronache - In manette un vittoriese di 31 anni, sorvegliato speciale

Picchia la sua ex con un cavo d´acciaio, arrestato Baggeri

La discussione accesa è rapidamente sfociata in lite e l’uomo avrebbe cominciato a colpire la donna
Foto CorrierediRagusa.it

Aveva violato gli obblighi di sorveglianza speciale per massacrare di botte una donna nella sua stessa abitazione. L’essersi nascosto sotto il letto, in una stanza buia, all’arrivo dei carabinieri, non ha salvato Daniele Baggieri (foto) dalle manette. Il vittoriese, pregiudicato, 31 anni, è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.

Baggieri era uscito da casa sua in piena notte, pur essendo sorvegliato speciale, e quindi impossibilitato a farlo, per recarsi nell’abitazione della sua ex in via Ruggiero Settimo, al fine, a quanto pare, di convincerla a riallacciare la relazione. La discussione accesa è rapidamente sfociata in lite e Baggieri avrebbe cominciato a colpire la donna con un cavo d’acciaio rivestito di gomma, mandando altresì in frantumi la finestra ed allarmando i residenti, che hanno chiamato il 112.

Al loro arrivo i militari hanno trovato la donna dolorante e in lacrime, e i segni del violento litigio. Baggieri si era invece rintanato in camera da letto, nella penombra, sperando di farla franca. Non è escluso che alla rissa abbiano preso parte anche altre persone, e i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile stanno investigando in questo senso

ARRESTATO ANCHE GIUSEPPE POMPELLA
I carabinieri hanno inoltre dato esecuzione ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Apello di Milano nei confronti di Giuseppe Pompella, vittoriese di 61anni, pensionato pregiudicato. L’uomo, infatti, deve scontare una pena residua di tre e mezzo di reclusione per una violenza sessuale aggravata commessa nel luglio del 1998 in Buccinasco in provincia di Milano. Al termine della compiuta identificazione l’uomo veniva tradotto presso il carcere di Ragusa.