Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 869
VITTORIA - 21/06/2011
Cronache - La donna è gravissima al "Cannizzaro"

Arrestato Paolo Marotta per tentato omicidio della moglie

I militari erano intervenuti a casa dell’uomo a seguito di un dissidio famigliare che lo stesso Marotta aveva avuto con la consorte di origine colombiane Foto Corrierediragusa.it

E´ stato arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio il vittoriese Paolo Marotta (foto), 51 anni, operaio residente a Scoglitti. L’uomo era stato denunciato il 18 giugno scorso per lesioni personali dai militari della Stazione di Scoglitti che avevano svolto le indagini unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Vittoria. I militari erano intervenuti a casa dell’uomo a seguito di un dissidio famigliare che lo stesso Marotta aveva avuto con la moglie di origine colombiane.

Al culmine di una lite, infatti, l’uomo aveva colpito con un coltello in più parti del corpo, braccia volto e torace, la moglie di 36 anni, che necessitava delle cure mediche all’ospedale Guzzardi di Vittoria. Il primo referto rilasciato dal personale sanitario, di 20 giorni di prognosi, aveva consentito ai militari solamente di denunciare l’uomo a piede libero.

Le condizioni di salute della donna si sono però all´improvviso aggravate, tanto da dover essere ricoverata in prognosi riservata all’ospedale «Cannizzaro» di Catania, essendo stata rilevata una perforazione al polmone causata da una delle ferite più profonde infertele dal marito. Pertanto il gip di Ragusa, su richiesta del Pubblico Ministero che concordava con le risultanze investigative effettuate dai Carabinieri di Scoglitti e Vittoria, che avevano evidenziato i numerosi colpi inferti alla donna, l’arma utilizzata e l’entità delle lesioni provocate, emetteva un ordine di custodia cautelare in carcere per Marotta, che veniva eseguito dagli stessi militari.

Al termine della compiuta identificazione negli uffici della Compagnia di Vittoria, Paolo Marotta è stato trasferito nel carcere di Ragusa e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria di fronte alla quale dovrà rispondere del reato di tentato omicidio.