Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1034
VITTORIA - 19/05/2011
Cronache - Grave azione delittuosa alle porte di Scoglitti fra immigrati

In 3 rapinano e bastonano un tunisino

I delinquenti sono stati sottoposti a fermo di Polizia giudiziaria, devono rispondere di rapina e lesioni nei confronti del connazionale imprenditore agricolo
Foto CorrierediRagusa.it

Per rapinarlo di 1000 euro e della spesa che stava scaricando dalla macchina gli hanno rotto e tagliato la testa con un colpo di bastone e col taglierino. In 3, tutti tunisini, contro un connazionale imprenditore residente in contrada Anguilla. Il fatto è avvenuto in alle porte di Scoglitti. Vittima un tunisino, E. N. K., 26 anni, imprenditore agricolo, percosso e rapinato da 3 presunti connazionali che sono stati posti in fermo di Polizia giudiziaria dai Carabinieri di Vittoria.

Sono Fahmi Baazaoui Fahmi 19enne, Tarek Belaid 23enne e Nizar Habdallau (nella foto) 30enne, quest’ultimo clandestino sul territorio italiano, tutti tunisini, braccianti agricoli e domiciliati a Scoglitti, Sono stati posti a fermo di Polizia giudiziaria in quanto su di loro pendono gravissimi indizi di colpevolezza in merito alla rapina e alle lesioni perpetrate al connazionale.
La vittima ha subito una rapina di 1000 euro, i proventi della vendita di alcuni prodotti agricoli, e della borsa della spesa che stava scaricando dalla propria autovettura. I militari dell’Arma sono intervenuti a seguito di segnalazioni circa una persona ferita nei pressi di contrada Anguilla. Il tunisino è stato trovato con la testa rotta e privo dei soldi e della spesa. E’ stato soccorso e trasportato in ospedale, dove i medici l’hanno dichiarato guaribile in 10 giorni per trauma cranico facciale.

Dalla testimonianza della vittima, i militari si sono messi alla ricerca dei tre delinquenti, stati trovati qualche ora dopo nella loro casa di Scoglitti. I 3 avevano ancora le borse della spesa corrispondenti in casa. I tre rapinatori, dopo la compiuta identificazione presso gli uffici del Comando Compagnia di Vittoria, sono stati trasferiti presso il carcere di Ragusa e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria davanti alla quale dovranno rispondere di rapina e lesioni personali in concorso. Il cittadino tunisino clandestino, inoltre, è stato denunciato anche per non essersi regolarizzato per la permanenza sul territorio italiano.