Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1378
VITTORIA - 21/04/2011
Cronache - Vittoria: danno e beffa per i commissionari del mercato ortofrutticolo

Truffe a "Fanello", commercianti comprano e spariscono senza pagare

Due raggiri denunciati da commissionari che si sono visti truffare da due commercianti di Barcellona Pozzo di Gotto e di Pagani, nel salernitano
Foto CorrierediRagusa.it

«Tappi» al mercato ortofrutticolo di Vittoria (nella foto). Non è la prima volta e non sarà neanche l’ultima. Il «tappo» è una canagliata del compratore nei confronti del venditore. Il trucco che porta alla truffa è sempre lo stesso. All’inizio si compra e si paga con puntualità per fare assicurare il venditore, poi si chiede un po’ di tempo per sopravvenute difficoltà di liquidità e quando la cifra è abbastanza elevata si sparisce dalla circolazione. Ogni anno sono centinaia le truffe che si compiono al mercato ortofrutticolo di Vittoria. E non sempre tutte vengono denunciate.

Quello che succede a Vittoria con maggiore frequenza. Nei giorni scorsi alcuni operatori economici vittoriesi, che esercitano la loro attività economica al mercato ortofrutticolo, si sono presentati al Commissariato per denunciare una serie di truffe delle quali sarebbero rimasti vittime. In particolare, quattro di loro hanno denunciato F.M., responsabile di una ditta di vendita al dettaglio di frutta e verdura con sede a Barcellona Pozzo di Gotto, il quale, dopo aver fatto credere di essere affidabile e credibile nei pagamenti, pagando dapprima la merce in contanti, aveva iniziato a ordinare grandi quantitativi di merce con promessa di saldare il debito al più presto. Dopo alcuni mesi, durante i quali F.M. continuava a promettere che avrebbe saldato quanto prima, lo stesso faceva perdere le proprie tracce lasciando insoluti i debiti per un ammontare complessivo di alcune decine di migliaia di euro. Della vicenda è stata interessata la Procura della Repubblica di Ragusa nonché il Commissariato di Barcellona Pozzo di Gotto per ulteriori approfondimenti.

Stesso episodio, sempre al mercato ortofrutticolo è stato segnalato da un altro operatore vittoriese. L’operatore del mercato ortofrutticolo di Vittoria sarebbe stato truffato per un ammontare di oltre 7.500 euro da tale A.M., 49 anni commerciante di prodotti ortofrutticoli di Pagani, provincia di Salerno. Anche in questo secondo caso, l’acquirente, dopo aver carpito la fiducia del venditore con pagamenti iniziali in contanti, provvedeva ad ordinare merce per l’ammontare più alto con promessa di pagamento che, dopo alcuni mesi, non è stato effettuato. Anche A.M., peraltro con precedenti penali e di polizia per reati analoghi, ha fatto perdere le proprie tracce. Della vicenda, oltre che la Procura di Ragusa, è stata interessata la Tenenza dei Carabinieri di Pagani.