Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1194
VITTORIA - 06/04/2011
Cronache - Vittoria: tragico epilogo dell’incidente autonomo di fine marzo

Muore in ospedale a Vittoria Carmela Polsino

L’anziana coppia di coniugi viaggiava a bordo di una Fiat Uno sulla Vittoria-Santa Croce quando il conducente, affetto da Alzheimer, forse colto da malore avrebbe perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro un muro
Foto CorrierediRagusa.it

E’ morta in ospedale al «Guzzardi» (foto), dopo 10 giorni di sofferenza, Carmela Polsino, la donna di 75 anni rimasta vittima di un incidente stradale autonomo mentre viaggiava a bordo di una Fiato Uno condotta dal marito sullo stradale Vittoria-Santa Croce Camerina. La signora era stata ricoverata in ospedale subito dopo l’incidente. Le sue condizioni erano apparse gravi, i sanitari hanno sperato di salvarla, ma nelle ultime ore a causa di sopravvenute complicazioni, è avvenuto il decesso.

Il marito, G.A., 79 anni, anch’egli ricoverato al «Guzzardi», in questi ultimi giorni ha fatto intravvedere segni di miglioramento, tanto che i medici hanno sciolto la prognosi. I rilievi dell’incidente, verificatosi all’altezza del rifornimento di benzina Spina, sono stati effettuati dalla Polizia municipale di Vittoria. Gli inquirenti hanno ipotizzato un malore improvviso quale causa del sinistro che ha provocato la morte della signora Polsino.

Secondo le indagini effettuate dagli agenti della Polizia municipale coordinati dal comandante Cosimo Costa, i familiari della coppia non sarebbero riusciti a convincere il loro congiunto ad evitare di guidare la macchina, proprio a causa dei disturbi di salute causati dalla micidiale malattia. Il corpo della signora Polsino sarà consegnato ai familiari per i funerali dopo le incombenze legali.