Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 932
VITTORIA - 22/03/2011
Cronache - Vittoria: l’inchiesta sulla megatruffa vittoriese adesso è ufficiale

Noto presidente della «Tecnical & Trend» accusato di truffa

Gerlando Termini s’è presentato in Procura accompagnato dall’avvocato Enrico Platania. Era un sistema piramidale: l’ultimo cliente entrato pagava il primo. Poi il crac. Tra le vittime Giorgio G. ragusano di 57 anni. Un infermiere avrebbe contratto un mutuo bancario per guadagnare il 20% con la Tecnical. L’avvocato Palumbo ha pronte 25 querele
Foto CorrierediRagusa.it

Gerlando Termini, 41 anni, il presidente della «Tecnical & Trend» accusato da centinaia di risparmiatori che hanno dilapidato milioni di euro in investimenti risultati fasulli, si è presentato dal procuratore capo della Repubblica Carmelo Petralia (nella foto). Ha varcato il cancello del «Palazzaccio» ragusano in compagnia dell’avvocato Enrico Platania. Sulle dichiarazioni rese al magistrato inquirente nulla è dato sapere. "Ho affidato le indagini al sostituto Marco Rota- si limita a dire al telefono il procuratore Petralia- che coordinerà l’attività con la Guardia di finanza. Di questa notizia sento parlare da un mese, ma solo ora cominciano ad arrivare le denunce".

E’ probabile che il colonnello Francesco Fallica affidi le indagini al nucleo di Polizia tributaria, che tra l’altro un anno fa aveva messo gli occhi sull’attività della Tecnical & Trend per un semplice accertamento - verifica a seguito della veloce movimentazione dei conti correnti. Una delle prime denunce presentate è quella di Giorgio G. 57 anni, ragusano, che si è presentato in Questura il 21 marzo per sporgere querela contro il consulente finanziario vittoriese sostenendo di avere perso tutti i risparmi che aveva accumulato, 500 mila euro. Pare che fra i truffati vi siano anche dipendenti e collaboratori della stessa società finanziaria.

Ma il grosso della clientela raggirata ce l’ha dell’avvocato vittoriese Valerio Palumbo. Nel suo studio di pomeriggio si fa la fila come in un ufficio pubblico. I clienti attendono il turno per dichiarare all’avvocato l’ammontare dei soldi persi e presentare querela. .

Cominciano a trapelare, intanto, le prime indiscrezioni sul marchingegno finanziario che spingeva gli investitori a seguire i consigli dei consulenti finanziari. Una sorta di piramide: chi entrava per ultimo pagava il cliente più vecchio. Nei primi anni ha funzionato, negli ultimi sono spariti i soldi e tutto il management della società. Il parco clienti della Tecnical è variegato. Gente facoltosa e anche semplici dipendenti e pensionati. Un infermiere di Vittoria si sarebbe fatto il mutuo in banca per investire i soldi nella società finanziaria che prometteva guadagni pari al 20% in un anno. Ha perso i soldi investiti e gli è rimasto il mutuo da pagare in banca. Amministratori di enti pubblici, un titolare d’albergo, consulenti del lavoro. Gente che prima s’affrettava a investire e che ora corre a far la fila dall’avvocato per denunciare l’intero management dell’azienda che aveva messo su il diabolico sistema piramidale.

RINTRACCIATO IL BROKER ACCUSATO DI TRUFFA
Mega truffa alla Vittoria bene. Una cifra da capogiro: 22 milioni di euro si sarebbero polverizzati nel nulla. Il broker che avrebbe raggirato centinaia di risparmiatori, tale G.T. 41 anni, nativo di Comiso e residente a Vittoria, è stato invitato a presentati in Questura per l´identificazione. La prima querela è stata sporta da un pensionato ragusano di 57 anni che avrebbe perso in pochi anni ben 500 mila euro.

Altre qurele sarebbero state presentate anche al Comando provinciale della Guardia di finanza. Molte delle vittime sono difese dall’avvocato Valerio Palumbo: fra queste ci sono operatori delle forze dell’ordine, professionisti, commercianti e pensionati. Grossi imprenditori che hanno perso milioni di euro e pensionati che avevano investito qualche risparmio e che si ritrovano sul lastrico.

Il broker per qualche giorno è sparito, ma ieri è stato rintracciato a Ragusa nascosto nella casa di un parente nei pressi di via Di Vittorio. Proprio i finanzieri di Vittoria l’anno scorso sottoposero il broker a verifica e accertamento in conseguenza di una grossissima movimentazione di conto corrente.