Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1070
VITTORIA - 28/02/2011
Cronache - Vittoria: truffata un signora anziana che si rivolge a un’amica per sposarsi

La vedova e la paraninfa: anziana dà 500 euro per sposarsi

L’anziana donna s’era rivolta a un’amica, con tanto d’anticipo, perché le facesse trovare un buon partito. L’uomo disposto c’è, ma ricoverato in ospedale. Il matrimonio sfuma, ma i soldi non ritornano alla vedova, che si rivolge alla Polizia…

Foto Corrierediragusa.it

Vedova, sola, 80 anni, cerca compagno in buone condizioni di salute per il resto della vita, si spera ancora lunga. Anziché mettere l’annuncio sui giornali, o rivolgersi a Maria De Filippi, un’autentica esperta in materia, la signora vittoriese di 80 anni si rivolge all’amica paraninfa. Vuole un compagno a tutti i costi, ed è disposta a pagare 500 euro alla conoscente se questa le farà trovare l’uomo giusto. Soldi anticipati, quindi, ma con una clausola verbale: se l’affare non andrà a buon fine, la sensale dovrà restituire i soldi.

La paraninfa in effetti trova il fidanzato all’ottuagenaria. Succede, però, che l’uomo disposto ad accettare il possibile invito a nozze è ricoverato in ospedale, al «Guzzardi», forse mezzo moribondo perchè in età avanzata. La signora ottantenne va a trovarlo e rimane delusa: a parte la malattia, non è decisamente il tipo che fa per lei. La donna si reca dalla paraninfa per riottenere i 500 euro dati in anticipo, ma trova il netto rifiuto.

La cerca al telefono ma la donna si rende irreperibile. E allora la vecchietta in cerca di marito si rivolge alla Polizia di Vittoria. I poliziotti, presi alla sprovvista, non trovando il caso denunciato nella vasta casistica di reati trattati, invitano la donna a sporgere querela, non risparmiandole un buon consiglio: evitare di consegnare soldi a chiunque le proponga intermediazioni matrimoniali.