Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1008
VITTORIA - 19/02/2011
Cronache - Vittoria: i carabinieri dell’Ispettorato del lavoro denunciato un imprenditore agricolo

Romene sottopagate e molestate dal datore lavoro

Cinque romeni, di cui due donne, costretti a lavorare in nero a 25 euro per otto ore al giorno. E le due donne a fare gli «straordinari» per il titolare
Foto Corrierediragusa.it

Costrette a lavorare in nero e a subire proposte oscene, baci, abbracci e palpatine ai seni. Non in ufficio, ma dentro le serre, fra ortaggi e primaticci. I Carabinieri dell’Ispettorato del lavoro hanno smascherato tutto. Otto ore al giorno per 25 euro rispetto al minimale di 43 euro previsti dal contratto provinciale per gli operai agricoli, e senza alcuna copertura previdenziale e assicurativa. Così lavoravano 5 romeni, di cui due donne, L. T. e L. D., 39 e 42 anni, alle dipendenze dell’azienda agricola di S. G., 57 anni, imprenditore vittoriese, denunciato alla Procura della Repubblica per aver assunto completamente in nero e per molestie sessuali nei confronti delle due romene.

A scoprire il grave reato, i Carabinieri per la Tutela del lavoro, distaccati presso l’Ispettorato di Ragusa. Secondo quanto riferito dal comandante Giombattista Todaro, nel pacchetto assunzione per le due donne c’erano altri adempimenti a carico loro. Dovevano lavorare da sole nelle serre in modo tale che il titolare, abusando della sua autorità e facendo leva sulla debolezza psicologica delle lavoratrici, che rischiavano di perdere il posto, si scapricciasse sessualmente con continue proposte oscene, palpatine ai seni, baci, abbracci. I carabinieri hanno anche contestato violazioni amministrative legate al lavoro nero per un importo di 17 mila euro.