Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 816
VITTORIA - 29/11/2010
Cronache - Vittoria: sventata estorsione nel settore agricoltura

Estorsione, in manette l’incensurato Roccuccio Petralia

L’arrestato avrebbe chiesto 4 mila euro a un altro imprenditore agricolo vicino di casa sotto minaccia di danneggiare l’azienda e di attentare anche alla vita dei familiari
Foto CorrierediRagusa.it

Estorsioni alla vecchia maniera nel settore dell´agricoltura. L´incensurato Roccuccio Petralia, 40 anni di scoglitti, è finito in carcere per avere tentato di estorcere denaro a un vicino di casa. La vittima, un imprenditore agricolo inquilino dello stesso stabile a Scoglitti. Secondo la descrizione dei militari, l´imprenidotore avrebbe dovuto mettere 4 mila euro dentro una busta di plastica di colore nero, chiusa con lo scotch di colore marrone e appenderla alla porta di colore verde del campo sportivo di Scoglitti, riservata a coloro che giocano a tennis, alle ore 18 di venerdì 26 novembre. Nel messaggio c’era scritto anche che in caso di rifiuto, la vittima avrebbe subito conseguenze all’azienda, ai mezzi agricoli e persino nei cofnronti degli stessi familiari. In caso di accettazione dell’intimidazione, la vittima avrebbe dovuto esporre un segnale di colore rosso sul balcone di casa.

L´azione delinquenziale è cominciata giovedì della settimana scorsa, quando la moglie della vittima, rientrando a casa ha aperto una busta di colore giallo con i messaggi scritti a stampatello e a mano che indicavano le modalità di consegna dei soldi. La vittima, anziché piegarsi ha avvertito i carabinieri i quali, attraverso un piano strategico hanno ammanettato Roccuccio Petralia proprio mentre s’apprestava a prendere il sacchetto di plastica.

I militari hanno circondato la zona del campo sportivo un’ora prima del «prelievo». Alle 18,07, con soli 7 minuti di ritardo, è arrivato Roccuccio Petralia in tuta sportiva a passo di jogging. Ha fatto qualche giro attorno al sacchetto nero con il nastro marrone, ha guardato bene verso tutte le direzioni perché non ci fossero occhi indiscreti, poi ha raccolto il sacchetto e l’ha infilato dentro la tuta senza sapere che era pieno di cartacce. Subito dopo è stato circondato dai carabinieri e arrestato. L´uomo ha nominato avvocati di fiducia i legali Franco Scrofani ed Enrico Cultrone del foro di Ragusa. Devono difenderlo dal reato di estorsione.