Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:32 - Lettori online 1212
VITTORIA - 18/11/2010
Cronache - Vittoria: dopo la bomba a mano nuovo attentato contro il Comando di Polizia municipale

Incendiato l’autovelox fisso sulla Vittoria-Scoglitti

I Vigili del fuoco hanno constatato tracce di liquido infiammabile, che accerta la natura dolosa dell’incendio. Mascolino: "Non ci fermeranno"
Foto CorrierediRagusa.it

Un altro atto intimidatorio nei confronti del Comando di Polizia municipale di Vittoria. Ignoti hanno dato fuoco alla postazione fissa dell’autovelox posizionato a poca distanza del distributore di Gpl sulla Vittoria-Scoglitti (nella foto).

I Vigili del fuoco hanno constatato l’origine dolosa dell’incendio, data la presenza sul posto di tracce di liquido infiammabile. Da ricordare che meno di un mese malviventi hanno fatto rinvenire una bomba a mano efficientissima davanti al Comando di contrada Fanello, quale atto di chiara matrice intimidatoria.

Quest’ultimo incendio alla struttura autovelox, dimostra che l’attività dei vigili urbani di Vittoria ha raggiunto un livello di presenza sul territorio che comincia a dare seri fastidi. Il Commissariato di Vittoria indaga per verificare se fra i due episodi vi possa essere collegamento.

Mascolino: non fermeranno la messa in sicurezza dell’arteria

L’assessore alla Polizia municipale Giuseppe Mascolino esprime amarezza per l’incendio che ha danneggiato l’autovelox installato dalla Polizia municipale sulla Vittoria-Scoglitti.

«Mercoledì mattina i tecnici della Sodi Scientifica e il personale della Polizia municipale avevano installato lungo la ex Sp 17 il primo autobox (Smart) costituito da una struttura in acciaio ancorata al terreno su un basamento di cemento e con all’interno un misuratore a raggi laser autovelox – dichiara l’assessore – e nel corso della notte ignoti, dopo avere effratto il vetro di protezione, hanno gettato liquido infiammabile all’interno del box e hanno appiccato il fuoco, rendendo la struttura inoperativa. Che si tratti di un incendio doloso appare evidente, vista la dinamica dei fatti. Dell’episodio abbiamo già informato la Procura di Ragusa.

Ma, al di là dell’indagine, che spero porti quanto prima all’individuazione dei responsabili, ciò che mi preme sottolineare è che vi sia qualcuno – ritengo – che vuole destabilizzare e fermare il processo di legalizzazione che questa amministrazione ha avviato. Da tempo si lavora con l’obiettivo di mettere definitivamente in sicurezza l’arteria. Sono indignato come amministratore e come cittadino per quello che è successo, che evidentemente è opera di persone che non sono abituate al rispetto delle regole e che adottano codici comportamentali delinquenziali. Sarà, come sempre, nostra cura difendere la maggioranza dei Vittoriesi, composta da buoni cittadini, e non far passare l’azione di pochi che vogliono destabilizzare.

Stiamo lavorando da tempo per garantire il rispetto delle regole, e siamo certi che la maggioranza dei cittadini sta dalla nostra parte; anche se quello che è accaduto mi amareggia molto, non sarà certo la sciagurata azione di qualche facinoroso a fermare quello che già da luglio abbiamo messo in cantiere per portare a compimento la messa in sicurezza della ex Sp 17. Voglio ricordare che i deterrenti come l’autovelox e gli altri strumenti a tutela della sicurezza non vengono installati con l’obiettivo di vessare gli utenti della strada; la finalità della nostra azione è esclusivamente quella di tutelare l’incolumità delle persone e, in definitiva, le vite umane».