Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 341
VITTORIA - 28/10/2010
Cronache - Vittoria: l’ordigno è stato fatto brillare all’alba dagli artificieri

Bomba a mano nella sede della Polizia municipale di Fanello

Se la bomba fosse esplosa in maniera accidentale, ci sarebbe potuto scappare il morto. Indaga la polizia. Il sindaco Nicosia parla di clima pesante Foto Corrierediragusa.it

Ha l’amaro sapore dell’intimidazione l’ordigno lasciato nella notte davanti alla sede delle polizia municipale all’interno del mercato ortofrutticolo di contrada Fanello. La granata militare è stata fatta brillare all’alba dagli artificieri, dopo l’allarme lanciato dagli stessi vigili urbani. L’area è stata fatta evacuare a scopo cautelativo. Si tratta di una bomba a mano (nella foto sotto la ruota dell´Opel Astra di un vigile urbano) del tipo MK2 ad alto potenziale, carica e attiva. L´ordigno è stato notato per caso da un vigile alle 21 di mercoledì sera. Ha visto un sacchetto collocato sopra il marciapiede vicino l´ingresso del comando e l´ha spostato con il piede facendolo cadere sotto la ruota della Opel. Poi ha guardato meglio il contenuto e s´è trovato davanti una bomba a mano pronta a saltare in aria se solo si fosse tolta la spoletta. La bomba è stata fatta brillare dagli artificieri di Catania nella stessa nottata in un luogo sicuro.

Il vigile ha allertato il comando e chiamato la Polizia del Commissariato, non distante dal mercato di Fanello. E’ questo il secondo gesto intimidatorio a Vittoria in meno di una settimana. Qualche giorno fa ignoti avevano sfondato il finestrino della Mercedes del sindaco Giuseppe Nicosia, che ha parlato di clima pesante in città, dinanzi al quale le istituzioni non abbasseranno la testa.

Perché questa intimidazione alla polizia municipale? Qual è la chiave di lettura di questo inquietante gesto? Tutte domande ancora senza risposta. L’unico dato certo è che se la granata militare fosse esplosa in maniera accidentale, ci sarebbero avute gravissime conseguenze. Le indagini partono dall´attività della Polizia municipale. Da qualche tempo è iniziata una campagna di "tolleranza zero" verso tutte le forme di illegalità comuni che a Vittoria hanno trovato terreno fertile. Dalla vigilanza ambientale, alle microdiscariche abusive, alle multe delle macchine in sosta selvaggia, alle ordinanze sindacali. "Non pretendiamo di diventare subito la Svizzera- ha dichiarato il sindaco Giuseppe Nicosia- ma dobbiamo cominciare a provarci a rimettere un po´ d´ordine".