Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1040
VITTORIA - 27/08/2010
Cronache - Vittoria: servizio di controllo del territorio anche a Comiso

Arrestati due immigrati, uno di loro picchia un carabiniere

Le manette sono scattate per un tunisino e un albanese

I Carabinieri della Compagnia di Vittoria, impegnati nei servizi di controllo del territorio a Vittoria e Comiso, finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio e in materia di immigrazione clandestina, hanno tratto in arresto un cittadino albanese e un cittadino tunisino, clandestino sul territorio italiano e sul quale già pendeva un decreto di espulsione dal territorio italiano.

I militari hanno eseguito un controllo nei centri abitati dei due comuni dove hanno proceduto all’accertamento della regolarità sul territorio italiano di alcuni immigrati tra i quali, nella centrale via Roma a Vittoria, veniva identificato e arrestato Ben Zinab Bassam, tunisino 28enne, clandestino, che risultava non aver ottemperato al decreto di espulsione dal territorio italiano intimatogli dalle autorità provinciali di Ragusa il 20 marzo scorso.

Proprio in quella data infatti l’extracomunitario era stato tratto in arresto dagli stessi militari della Stazione di Comiso che lo avevano sorpreso in via Senia con oltre 15 grammi di hashish già suddivisa in dosi. Nella circostanza il tunisino era risultato essere entrato clandestinamente in Italia e veniva quindi avviato per le pratiche di espulsione. Nonostante il decreto notificatogli in quella circostanza dalle autorità provinciali iblee il Ben Zinab aveva continuato a frequentare i connazionali presso i quali, presumibilmente, dimorava.

In via Leonardo Sciascia a Comiso, mentre stavano procedendo ad un controllo della circolazione stradale, i carabinieri hanno altresì fermato Mamoci Afrim, albanese 24enne, residente a Comiso, il quale, essendo privo della copertura assicurative della propria autovettura Renault, tentava di sottrarsi all’accertamento scendendo repentinamente dall’auto e colpendo ripetutamente uno dei militari procurandogli alcune contusioni.

Subito bloccato e sottoposto a perquisizione, l’uomo veniva trovato in possesso di un coltello di genere vietato che l´immigrato deteneva nella tasca dei pantaloni. Tratto in arresto dovrà rispondere dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di un coltello di genere vietato; l’auto veniva sottoposta a fermo amministrativo non essendo provvista di copertura assicurative.