Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 732
SCICLI - 27/06/2009
Cronache - Scicli: sono comparsi davanti al pm in qualità di persone informate dei fatti

Cani assassini: sentiti 2 assessori del comune di Scicli

Hanno risposto alle domande il vice sindaco ed assessore all’urbanistica Teo Gentile e dall’assessore ai servizi sociali Maurizio Miceli
Foto CorrierediRagusa.it

Il comune di Scicli si è occupato di tutto quanto rientrava nelle sue competenze per quanto riguarda la vicenda dei cani assassini. E’ il sunto delle dichiarazioni rese ieri mattina al sostituto procuratore Maria Mocciaro, titolare dell’inchiesta, dal vice sindaco ed assessore all’urbanistica Teo Gentile e dall’assessore ai servizi sociali Maurizio Miceli.

I due amministratori della giunta Venticinque sono stati sentiti in qualità di persone informate dei fatti, per chiarire alcuni aspetti secondari della tragica vicenda sfociata lo scorso marzo nella morte del bambino modicano di 10 anni Giuseppe Brafa, sbranato vivo dai randagi, che, meno di 24 ore dopo, aggredirono anche una giovane turista tedesca mentre faceva jogging in spiaggia. Nei prossimi giorni saranno altresì sentiti l’assessore all’ecologia e manutenzioni Raffaele Giannone e Giovanni Brafa, il padre della piccola vittima.

(Nella foto il palazzo di giustizia di Modica)