Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1006
SCICLI - 12/06/2009
Cronache - Scicli: la sentenza emessa dal collegio penale

Scicli: condanne a 9 anni per la sparatoria di S. Bartolomeo

Imputati gli sciclitani Riccardo Eterno, Francesco D’Ippolito e Giacomo Fidone

Tre condanne per complessivi nove anni di carcere sono state inflitte agli sciclitani che nel luglio 2005 spararono ad un uomo, sull’uscio di casa sua, nel quartiere di San Bartolomeo a Scicli. Riccardo Eterno, 34 anni, Francesco D’Ippolito e Giacomo Fidone, entrambi di 41 anni, sono stati condannati dal collegio penale presieduto dal giudice Giovanna Scibilia. La pena più pesante, quattro anni, è stata inflitta a D´Ippolito.

Condanna a tre anni per Fidone, due anni per Eterno. Il pm Maria Mocciaro aveva chiesto quattro anni e quattro mesi per il primo imputato, quattro anni tondi per il secondo e tre ani e sei mesi per il terzo. Destinatario delle pistolettate fu Salvatore Di Franco, 34 anni, noto come «’U francisi». Tra il terzetto di sciclitani e la vittima vie erano da tempo notevoli dissapori. I tre sciclitani dichiararono di non essere stati loro a colpire Di Franco, dal momento che si sarebbero trovati in tutt’altro posto al momento della sparatoria.

Il destinatario dei proiettili, per diversi mesi irreperibile, non riconobbe neanche in aula con certezza i tre imputati come gli aggressori. Non appena aperta la porta d’ingresso, Di Franco udì gli spari, riparandosi istintivamente la testa con le mani e avvertendo contemporaneamente il dolore alla gamba. Gli attentatori si dileguarono per le viuzze del centro storico, ma furono arrestato poche ore dopo.