Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 808
SCICLI - 02/08/2017
Cronache - Fatale il conseguente coma post-anossico

Muore l´agronomo Agnello, donati gli organi

Prelevati fegato, reni e cornee Foto Corrierediragusa.it

Sono iniziate nella notte e si sono concluse alle 9 di mercoledì mattina le operazioni di prelievo degli organi di Francesco Gianfranco Agnello (foto), agronomo 59enne di Scicli e residente a Palazzolo Acreide. L’uomo era stato ricoverato nell’unità operativa di anestesia e rianimazione il 22 luglio scorso, con una sindrome da annegamento e conseguente coma post-anossico. Il 56enne era stato trasportato d´urgenza in elisoccorso all´ospedale del capoluogo etneo dopo essere stato colto da malore mentre stava facendo il bagno nel tratto di mare antistante la spiaggia di Pezza Filippa, lungo i litorale sciclitano. Poi la morte cerebrale e la coraggiosa decisione dei familiari volta ad esprimere il consenso alla donazione.

Sono stati prelevati il fegato e i reni, andati all’Ismett di Palermo, e le cornee, destinate alla banca degli occhi di Palermo. Giovedì mattina i funerali a Palazzolo Acreide, dove Agnello viveva con la famiglia, e alle 16 una santa messa nella chiesa Santa Caterina da Siena a Donnalucata. La salma sarà tumulata nel cimitero di Scicli.