Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 388
SCICLI - 10/04/2016
Cronache - Il dibattito tiene banco in città anche con un pizzico di confusione

A Scicli si lotta contro "bombe ecologiche"

Intanto la Acif precisa che non si tratta per niente di una discarica Foto Corrierediragusa.it

A Truncafila nessuna discarica ma Scicli si interroga anche sull’ampliamento di una piattaforma ubicata in contrada Cuturi che ha avuto il parere positivo da parte della triade commissariale. Il caso di contrada Cuturi dove la Acif ha in programma di ampliare l’attuale impianto è entrato di prepotenza nel dibattito politico ma la società interessata si è affrettata subito a chiarire che l’impianto non è una discarica, che ha avuto tutte le autorizzazioni regionali e che la società recupera e valorizza i materiali recuperabili e minimizza i materiali destinati allo smaltimento finale, con beneficio ambientale derivante dal minore sfruttamento delle risorse naturali e con minor consumo di territorio. Nessuna discarica dunque ma solo l’ampliamento della piattaforma attualmente esistente mentre diverso è il caso della cava di Truncafila di cui si è parlato a Palermo in sede di quarta commissione Ars dove i rappresentanti del movimento Start Sciclihanno sollevato il caso. Start Scicli ha incassato a Palermo l’impegno perché non si dia corso alla discarica di inerti a Truncafila.

Il movimento ha presentato un lungo documento che prende le mosse da un convengo tenutosi nel novembre dello scorso anno e dal quale è emersa la necessità del ripristino del limite di 5 Km come distanza minima di una discarica di qualsiasi tipo dal perimetro dei centri abitati mentre oggi il limite è di 3 km.Start Scicli ha lavorato su questa ipotesi ed ha ribadito al presidente della quarta commissione Leonarda Maggio l’importanza di evitare la creazione di una discarica in un sito vicino alla città. Il presidente di Start Scicli, Danilo Demaio, ha annunciato che un ddl con la modifica richiesta sarà presentato in aula dal gruppo di Forza Italia all’Ars per la conversione in legge.