Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 797
SCICLI - 10/11/2015
Cronache - Stavano tentando un colpo in contrada San Biagio

Ladri in casa: arrestato Cassibba

I due avevano tentato la fuga in auto Foto Corrierediragusa.it

Rimane alta l’attenzione dell’Arma dei Carabinieri al contrasto dei reati predatori. In particolare, sono stati rafforzati i servizi di pattuglia, specie durante la notte e nelle zone più isolate, al fine di mantenere alto il livello di sicurezza e garantire la giusta tranquillità a tutti i cittadini. La costante presenza dei Carabinieri ha permesso, la scorsa notte, di sorprendere due ladri che avevano preso di mira alcune abitazioni di Scicli, in contrada San Biagio. Infatti, alcune pattuglie delle Tenenza Carabinieri di Scicli, nel corso del servizio di controllo in una zona di campagna, hanno notato un’autovettura sospetta parcheggiata vicino ad un’abitazione e pertanto hanno approfondito il controllo. Effettivamente, all’interno della casa si erano appena introdotti due soggetti che ne avevano divelto una finestra sul retro per compiere un furto. Una volta capito di essere stati scoperti dai Carabinieri, i due ladri sono saliti di corsa sulla loro autovettura per fuggire. Tuttavia, dopo un breve inseguimento, i malviventi sono stati raggiunti e bloccati da due pattuglie.

Immediatamente sottoposti a perquisizione, i due ladri sono stati trovati in possesso di diversi arnesi da scasso e, nel bagagliaio della loro autovettura, è stata rinvenuta numerosa refurtiva rubata in altre quattro abitazioni "alleggerite" poco prima di essere sorpresi dai Carabinieri.

Infatti, a bordo del veicolo, i militari dell’Arma hanno recuperato prodotti alimentari e per la casa, vestiti ed attrezzature che sono stati restituiti ai legittimi proprietari. I due soggetti, invece, sono stati condotti in caserma. Marcello Cassibba, 41enne sciclitano, già noto alle forze dell’ordine, è stato dichiarato in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari mentre il secondo soggetto, minorenne, è stato denunciato in stato di libertà alla procura presso il Tribunale per i minori di Catania. Entrambi dovranno rispondere dei reati di furto in abitazione in concorso e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.