Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 976
SCICLI - 04/08/2015
Cronache - Manette per il 33enne albanese Zhuri Astrit

Un ricercato di 33 anni arrestato con la cocaina

La guardia di finanza ha trovato 3 involucri di droga Foto Corrierediragusa.it

Era solito nascondere in alcune fessure di un edificio abbandonato di via Miramare a Sampieri involucri di cocaina da spacciare al dettaglio ma è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Ragusa. In manette, in seguito ad apposita perquisizione è finito l´albanese Astrit Zhuri, 33 anni, espulso qualche anno addietro ma irregolarmente presente sul territorio italiano, così come hanno riferito le Fiamme Gialle. L´uomo aveva intravisto un immobile in via Miramare, zona scarsamente illuminata e parecchio distante dalle vie del centro, ove poter occultare lo stupefacente senza essere osservato da occhi indiscreti. L´albanese, con molta probabilità, non era al corrente del giro di vite che sta interessando la frazione sciclitana ed è finito nel mirino delle forze dell´ordine, le quali, dopo averlo seguito, hanno potuto constatare cosa facesse. Nelle fessure dell´immobile, i militari hanno rinvenuto tre involucri di cocaina abilmente occultati in un pannello isolante, denaro contante per 280 euro (presunto provento dell’attività di spaccio) e un bilancino di precisione.

Trasferito in caserma, i finanzieri hanno potuto appurare come l´uomo, in realtà, si chiamasse Astrit e non Edin, così come si era palesato lo stesso quando è stato scoperto con lo stupefacente. Sull´uomo pende un ordine di cattura per esecuzione di custodia in carcere, emesso dalla procura di Venezia nel 2013 a seguito di condanna definitiva per furto e furto aggravato ma mai eseguito per irreperibilità del soggetto, il quale, nel frattempo, si era dato alla fuga. L´abanese è stato associato presso la casa circondariale di Ragusa.