Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 912
SCICLI - 09/07/2015
Cronache - Provvidenziale l’intervento del coraggioso sciclitano

Hanno rischiato di annegare 2 ragazzine

L’uomo aveva vissuto sulla sua pelle 20 anni fa il dramma stavolta scampato Foto Corrierediragusa.it

Solo il coraggio di un giovane sciclitano ha scongiurato la tragedia dell’annegamento di due ragazzine di 6 e 15 anni nel mare antistante la spiaggia di Arizza, tra Cava d´Aliga e Donnalucata, mercoledì scorso. Giovanni Mormina, 38 anni, si è buttato tra le onde, con ancora ben vivo nella memoria il drammatico ricordo dell’annegamento del fratello avvenuto 20 anni prima. Il 38enne, dopo aver sentito gridare le due ragazzine, le ha raggiunte con poche e vigorose bracciate: entrambe si sono aggrappate all’uomo e sono state tratte in salvo senza conseguenze per le due malcapitate. Entrambe erano finite involontariamente vicino ad un piccolo vortice naturale che stava per risucchiarle, quando si è materializzata la figura di Mormina, che ha scongiurato la tragedia che non riuscì ad evitare al fratello. Le ragazzine sono state tranquillizzate e rianimate in spiaggia, avendo ingollato un bel po’ di acqua salata.

Tanto spavento ma nessuna conseguenza, dunque, grazie al coraggioso e tempestivo intervento di Mormina, che ha ricevuto i ringraziamenti dei genitori delle due ragazzine, che non riuscivano a credere all’accaduto. Mormina si trovava casualmente in spiaggia quel fatidico pomeriggio per pescare telline: una coincidenza che ha salvato la vita alle due ragazzine.