Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 495
SCICLI - 08/03/2015
Cronache - E’ accaduto nel tempio di via Mormino Penna

Esorcismo su una donna di 37 anni in centro a Scicli

Non è la prima volta che la chiesa viene scelta per praticare un rito esorcistico in piena regola Foto Corrierediragusa.it

Esorcismo con tanto di urla disumane in una chiesa consacrata al culto (ma non sempre aperta ai fedeli) da parte di due sacerdoti, peraltro autorizzati dalla diocesi di Noto. Non è la trama di un b-movie horror, quanto la cronaca di un fatto realmente accaduto nel tempio di San Michele Arcangelo, in via Mormino Penna, «salotto buono» di Scicli. Sono stati i residenti, spaventati dalle grida che provenivano dalla chiesa, a chiamare il 112 di buon mattino. I carabinieri si sono trovati così dinanzi ad un vero e proprio esorcismo praticato dai due preti su una donna sciclitana di 37 anni, ovvero colei che, in preda al delirio, cacciava urla da far rabbrividire. I militari hanno interrotto il rito nel suo pieno svolgimento, mentre la donna urlava e si dimenava come un ossesso dinanzi ad uno sparuto numero di familiari che stava partecipando all’esorcismo. Il rito è stato comunque sospeso anche per l’incolumità della giovane, evidentemente fuori di sé, al di là del fatto che potesse essere «indemoniata» o meno.

Non è la prima volta che la chiesa viene scelta per praticare un rito esorcistico in piena regola, ma la circostanza era sempre passata inosservata. Le grida della «posseduta» hanno invece stavolta creato apprensione tra i residenti e tra coloro che stavano passeggiano in centro storico. Alla luce di quanto accaduto, per tutelare la privacy di chi subisce l’esorcismo e non creare trambusto, si sceglierà in futuro un tempio più isolato.


Lo Stato deve intervenire senza delegare la chiesa sulle psico- patologie
13/03/2015 | 9.36.07
sebastiano

la persona detta ciarlatano viene accusata di fare uso della pseudoscienza (RELIGIONE) o di qualche altro mezzo falso allo scopo di ingannare le persone e vender loro finte medicine e beni o servizi simili, che non risponderanno a quanto promesso (IL PARADISO). Questo uso di affermazioni vaghe, imprecise prive di specifiche misurazioni o per le quali si sostiene che non siano misurabili (la presenza dei demoni); le affermazioni prive di verifica sperimentale oppure in contraddizione con altri risultati sperimentali (l´esorcismo) impossibili da verificare o da confutare e la tendenza a modificare abitualmente la natura delle proprie asserzioni per sfuggire alle critiche; tutto questo, non è ciarlataneria? In Italia la professione del ciarlatano è espressamente vietata dal Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) e la legge stessa non esclude alcun cittadino da tale divieto, neanche un prete. Ma i sacerdoti (termine arcaico privo anche questo di alcun significato) sono stati denunciati? Ma a questi è devoluto anche il compito della tortura? Ma i "cittadini" sono davvero alla mercè di tutti, chi li difende? Ma è mai npossibile che basti solamente stupirsi, meravigliarsi e condannare tale fatto come increscioso senza poter procedere con la legge? Ma grazie all´extraterritorialità della chiesa è possibile commettere fatti "delittuosi" condannati solo dallo stupore della pubblica cittadinanza? In questo paese è impossibile morire serenamente però è possibile torturare una persona, purchè tutto ciò avvenga dentro una chiesa? Ma gli integralisti musulmani hanno ragione allora?


gligli esorcisti sono indispensabili, altro che illegali!
09/03/2015 | 21.02.31
eldiablo

Gli esorcisti sono indispensabili, specie tenuto conto della quantità di streghe che ci sono in giro. Non avete mai assistito ad un sabba? Allora andate in discoteca e ve ne accorgerete...


Bisogna dichiare illegali gli esorcismi
08/03/2015 | 20.52.34
Angelo Cannata

Così come soltanto un medico abilitato può assumersi legalmente la responsabilità di curare un malato, allo stesso modo è necessario stabilire che soltanto uno psicoterapeuta deve potersi assumere la responsabilità di curare chi manifesta patologie psichiche; è incivile lasciare che un povero malato sia lasciato preda di sacerdoti senza alcun titolo professionale, che si comportano nient´altro che da stregoni.


Siamo ancora in pieno Medio Evo
08/03/2015 | 17.13.54
salvatore giunta

Si parla ancora di esorcismo in pieno anno 2015 dopo Cristo!
Come se fossimo ancora in piena «Caccia alle Streghe» del XV secolo.
La nostra cultura degli ultimi secoli è infarcita di tanta letteratura e di poco scienza.
I due preti certamente non sono «illuminati da Dio» ma da tanta ignoranza.
Non basta la grave odierna piaga dello spaccio e consumo di stupefacenti, ad essa si aggiunge «quella dell’oppio dei popoli,» rappresentata dalle superstizioni religiose.
La cosa ancora più grave è che dopo l’intervento dei carabinieri il «rito» invece di non essere più celebrato, per la sua conclusione, conclude l’articolo, «si sceglierà un tempio più isolato» !...