Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 570
SCICLI - 02/03/2015
Cronache - La circostanza è confermata dal commissario straordinario Ferdinando Trombadore

Scicli parte civile in processo per mafia

L’udienza davanti al giudice per le udienze preliminari di Catania, che riguarderà quindi anche l’ex sindaco Susino, è stata fissata al 10 marzo prossimo Foto Corrierediragusa.it

Il comune di Scicli si costituirà parte civile nel procedimento penale scaturito dall´inchiesta della procura distrettuale antimafia di Catania per presunte infiltrazioni mafiose al comune, con particolare riferimento alla gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. La decisione dell´ente di costituirsi in giudizio è stata confermata dal commissario straordinario Ferdinando Trombadore (foto). Nel procedimento è coinvolto anche l´ex sindaco Franco Susino, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e dimessosi dalla caricalo scorso dicembre a causa delle sue condizioni di salute determinate anche dalla delicata situazione giudiziaria. Il legale nominato è l´avvocato Ignazio Galfo. L’udienza davanti al giudice per le udienze preliminari di Catania, che riguarderà quindi anche l´ex sindaco, è stata fissata al 10 marzo prossimo. L´operazione "Eco" sulla gestione dei rifiuti a Scicli portò nel giugno 2014 a 5 arresti e numerose denunce.

In ordine a queste vicende e a quella delle affissioni di suoi manifesti durante la campagna elettorale alla corsa di primo cittadino da parte di presunte persone poco raccomandabili, Franco Susino si è sempre detto innocente e sicuro di poter dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati anche nell´ambito del lungo interrogatorio di qualche mese fa alla procura etnea.