Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1593
SCICLI - 13/02/2015
Cronache - L’imputato è stato giudicato con il rito abbreviato

Topo d´appartamento condannato

Il ladro era stato ammanettato dopo un breve inseguimento a Scicli Foto Corrierediragusa.it

Condannato con il rito abbreviato Salvatore Perone (foto). Il 6 febbraio scorso l´uomo era stato arrestato dai Carabinieri di Scicli per furto aggravato dopo un rocambolesco inseguimento. Ieri Perone, pluripregiudicato comisano di 47 anni, residente a Scoglitti, è stato condannato al termine del processo celebrato con il rito abbreviato su richiesta dell’avvocato difensore Matteo Anzalone. Un anno e 2 mesi di reclusione inflitti dal giudice Ivano Infarinato, due mesi in meno dalla richiesta avanzata dal pubblico ministero Antonella Iovino. Il 6 febbraio scorso, come accennato, i carabinieri lo hanno tratto in arresto dopo un breve inseguimento a Scicli. Perone era stato scoperto nella camera da letto di un appartamento di contrada San Marco, alla periferia di Scicli, e costretto alla fuga dal proprietario. I militari dell’Arma dopo averlo tratto in arresto, hanno rinvenuto la sua vettura carica di tutti gli «attrezzi da lavoro» che utilizzava per scardinare porte e imposte.

Un vero e proprio magazzino ambulante composto da un piede di porco, guanti in lattice verde, una torcia, un passamontagna e per finire uno spray al peperoncino, che prediligeva per immobilizzare le vittime anziché aggredirle. L’uomo non è nuovo a questi reati specifici. Più volte è stato arrestato per furto aggravato.